Cerca

L'Enel abbraccerà i tifosi il 22 Imminente l’ingaggio di La Gioia

La presentazione della squadra di basket avverrà in un luogo ancora da scegliere. Brindisi annuncerà a breve l’ultimo giocatore. Si tratterà di un lungo. Un’ala-pivot, possibilmente giovane ma che, allo stesso tempo, abbia anche acquisito esperienza in LegaDue o in A. Ma, soprattutto, che sia mentalmente predisposto al ruolo di sparring partner per i lunghi titolari (Silvere Bryan, Luca Infante)
• L’Assi Ostuni si assicura Pilotti
L'Enel abbraccerà i tifosi il 22 Imminente l’ingaggio di La Gioia
BRINDISI - L’Enel Basket Brindisi molto vicina all’ingagio di Andrea La Gioia, guardia-ala nata a Perugia il 17/12/1986, alto 193 centimetri, nell’ultima stagione a Roseto degli Abruzzi, in LegaDue. L’atleta è un volto noto per gli appassionati del basket brindisino perché nel torneo 2006-07 ha vestito la canotta di Atri mettendo in mostra il pezzo forte del suo repertorio, il tiro da tre. In quella stagione difatti le sue statistiche segnarono un eccellente 47 per cento dall’arco dei 6, 25. Anche a Roseto, La Gioia, nonostante la sua squadra avesse incanalato una brutta china, si è saputo mettere in vetrina (27/57, 47,4% da 3; 30 le gare disputate).

A Brindisi, fra i sostenitori della squadra di casa, La Gioia ha sempre conquistato simpatie. Dovesse arrivare a conclusione la trattativa (ma pare proprio di sì), La Gioia sarebbe l’ottavo acquisto in ordine di tempo per l’Enel Basket Brindisi, e costituirà il terzo elemento chiamato a rinforzare la panchina. Coach Giovanni Perdichizzi con lui avrà a disposizione un’arma tattica in più, rappresentata dalla sua notevole precisione al tiro. Per la giovane ala-guardia, cresciuto nel vivaio della Scavolini, quella di Brindisi costituisce una occasione importante per il futuro. Avrà così l’opportunità di giocare in un campionato prestigioso come la Legadue e toccherà a lui sfruttare questa chance a dovere.

Dopo l’ingaggio di La Gioia (sempre che si porti a conclusione) l’Enel Basket Brindisi annuncerà l’ultimo giocatore. Si tratterà di un lungo. Un’ala-pivot, possibilmente giovane ma che, allo stesso tempo, abbia anche acquisito esperienza in LegaDue o in A. Ma, soprattutto che sia mentalmente predisposto al ruolo di sparring partner per i lunghi titolari (Silvere Bryan, Luca Infante) e che sappia sin da subito che si prepari ad avere un basso minutaggio in campionato. Tutto sommato, non è facile trovare un giocatore che abbia voglia di lavorare ed imparare.

La presentazione della squadra avverrà sabato sera 22 agosto. Da scegliere solo il luogo. L’altro annuncio che i brindisini attendono è quello relativo al lancio della campagna abbonamenti, argomento che «solletica», e non poco, la curiosità di migliaia di appassionati. Un esempio: «premetto che sono anni che sono abbonato. Ora dovrei abdicare per fare posto a chi non è mai venuto al palazzetto nemmeno quando in b2 si vendevano i biglietti (è rimanevano invenduti)»? Di parere opposto Trevor Thomas: «È necessario abolire la prelazione, non è giusto che ogni anno gli abbonati debbano essere sempre gli stessi...

Più corretto un sorteggio (non pilotato possibilmente) tra tutti coloro che avanzeranno la richiesta di abbonamento, al limite lasciando una "quota protetta" a chi era abbonato lo scorso anno. È assurdo che chi non era abbonato l'anno scorso quest'anno non possa nè abbonarsi nè entrare nelle singole partite di interesse perchè ovviamente non ci sono biglietti a disposizione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400