Cerca

Taranto-Correa: per il sì serve l’intesa economica

L'affare Correa sta impegnando parecchio la dirigenza ionica (Prima Divisione di calcio). È lui l’obiettivo principale per il centrocampo, ma accaparrarsi il regista argentino non è per niente facile. Su di lui ci sono anche squadre di serie B (Salernitana e Brescia). In attesa di capire se potrà diventare rossoblù, il direttore sportivo Pagni punta alla coppia ex Vicenza Calori-Magallanes
• Foggia, domenica si fa sul serio
Taranto-Correa: per il sì serve l’intesa economica
di ENRICO SORACE

TARANTO - L'affare Correa sta impegnando parecchio la dirigenza rossoblù. È lui l’obiettivo principale del Taranto per il centrocampo, ma accaparrarsi il regista argentino non è per niente facile. Per il giocatore sono alla finestra un paio di squadre di B (Salernitana e Brescia) e altre di Prima Divisione, Taranto, Benevento, Pescara, Cremonese e ora anche il Cosenza che ieri avrebbe presentato la sua offerta. 

AFFARE IMPORTANTE - La dirigenza rossoblù e Correa sembravano più vicini, complice una mezza promessa strappata da Pagni al giocatore e i segnali d’apertura manifestati dal suo procuratore Donato Di Campli. Un primo approccio col manager il Taranto l’ha avuto, ma tra domanda e offerta ci sarebbe una certa distanza da colmare. A fare chiarezza è proprio Di Campli. «Col Taranto ci siamo sentiti - ha ammesso - ma per adesso non c'è intesa sotto l’aspetto economico. Correa è un giocatore di valore e appartiene a un club di massima serie, per cui vuole vedersi riconoscere quello che merita. Il mio assistito ha vissuto il fallimento della Pro Patria rimettendoci dei quattrini ed è logico che stavolta vuole vederci chiaro. A tutti quelli che mi hanno contattato per Correa ho chiesto precise garanzie contrattuali, ma da quello che so, anche la Lazio intende monetizzare dall’operazione. Lui - continua Di Campli -, nonostante le sirene della B, è stuzzicato dall’idea di venire a Taranto, una piazza che gli piace molto anche per il calore dei tifosi, ma deve pensare prima di tutto a se stesso in un momento importante della sua carriera. Con Pagni e Blasi ci incontreremo a stretto giro - ha chiuso Di Campli - per discutere nei dettagli di un’operazione al momento abbastanza complessa. Oggi e domani avrò modo di confrontarmi con Correa che ha chiuso il ritiro con la Lazio».

CALORI-MAGALLANES - In attesa di capire se Correa potrà diventare rossoblù (le alternative sarebbero gli svincolati Bondi e Coppola), Pagni si muove su altre piste per mettere nuove pedine a disposizione di Braglia. Si seguono con attenzione due calciatori del Vicenza, il difensore Calori (sostituirebbe il fuggitivo Rinaldi) e il centrocampista Magallanes che il Taranto vorrebbe regalarsi in coppia. La trattativa è in corso e potrebbe riservare novità già nelle prossime ore, dopo l’incontro che i dirigenti ionici hanno in calendario col diesse vicentino Cristallini. Più facile arrivare a Calori (espressamente richiesto da Braglia) che a Magallanes, un centrale di rottura capace di giocare anche da esterno destro. Il talentuoso argentino vorrebbe restare in B.

UNDER CERCANSI - Capitolo under. Il Taranto ne cerca un paio, ma sembrano essere sfumate le idee Bettoni, Jefferson e Mendicino. In uscita Spinelli sarebbe diviso fra Catanzaro e Andria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400