Cerca

Taranto, senti Blasi «Forte e ambizioso»

Il club (Prima Divisione di calcio) sta facendo le cose per bene. Il presidente degli ionici: «Una squadra importante. Non siamo ancora al completo perché ci servono tre-quattro elementi cosiddetti “anziani” e tre Under ‘83, ma lo saremo al massimo prima di Ferragosto. Insomma per l’inizio del campionato, previsto per il 23, Braglia potrà contare sull’intera rosa». Giallo Rinaldi
• Foggia, Germinale potrebbe restare
Taranto, senti Blasi «Forte e ambizioso»
di Giuseppe Dimito

TARANTO - Il Taranto ha ufficializzato due arrivi nella settimana appena conclusasi. Si tratta dell’ex portiere del Foggia, Bremec, che ha sostituito praticamente Zappino il cui precedente accordo è stato consensualmente rescisso e dell’esterno offensivo Strambelli, proveniente dal Sorrento. Per la verità, nel ritiro di Chianciano, era giunto pure un altro foggiano, il difensore centrale Rinaldi. Il ragazzo aveva persino partecipato venerdì scorso alla partitella in famiglia; ma, a sorpresa, dopo la pausa concessa da mister Braglia alla truppa ieri l’altro, non si è presentato alla ripresa degli allenamenti. 

È il presidente Blasi che spiega il motivo: «Niente allarmismi. Dopo la conclusione della trattativa, sono sopraggiunti alcuni motivi economici. Parlerò con il ragazzo nelle prossime ore. Se riusciremo a risolverli, bene. Caso contrario dovremo rivolgerci altrove». In uscita sono partiti Carrozza finito al Varese e Marolda, accasatosi a Viareggio. 

Presidente, che Taranto sta nascendo? 

«Una squadra importante. Non siamo ancora al completo perché ci servono tre-quattro elementi cosiddetti “anziani” e tre Under ‘83, ma lo saremo al massimo prima di Ferragosto. Insomma per l’inizio del campionato, previsto per il 23 agosto, Braglia potrà contare sull’intera rosa». 

I ruoli? 

«Se non viene Rinaldi, un difensore. Poi, un paio di centrocampisti ed un attaccante. Dovranno essere della stessa caratura degli altri già tesserati. Ci siamo presi una breve pausa di riflessione per coordinare, unitamente al direttore Pagni che si sta muovendo molto bene, le prossime mosse. Non vanno sbagliate. Così come ritengo che non abbiamo fatto finora». 

Il sogno dei tifosi rossoblù è Correa. Verrà? 

«Stiamo trattando. Non è facile chiudere la trattativa. Il ragazzo, ben sostenuto anche dal suo procuratore, vorrebbe giocare in serie B. So che ci sono delle società che lo hanno richiesto. Noi siamo riusciti a strappargli questa promessa: se dovesse decidere di accettare di giocare in terza serie, verrà sicuramente da noi. Gli ho anche detto: vieni a Taranto. A giugno prossimo potresti ritrovarti in serie B».
Chi c’è sulla rampa dei partenti? «Barasso, Prosperi e Spinelli». 

Andranno via? 

«Per Spinelli non ci sono problemi. Ci sono Catanzaro ed Andria che lo hanno chiesto. Per gli altri due, il discorso è diverso. La società ha deciso di avere una rosa di ventidue giocatori. Poichè loro non rientrano in questo programma, è evidente che debbano accasarsi altrove».
 
A Chianciano mister Braglia sta plasmando l’intera rosa secondo il suo credo calcistico: 3-5-2. Nella settimana appena conclusasi, ci sono stati due test. Uno contro la Virtus Chianciano (7-0) e l’altro in famiglia (4-0 per i cosiddetti titolari). Entrambi sono stati solo indicativi. Queste le note liete evidenziate dal tecnico rossoblù: «Noto con piacere che i ragazzi eseguono sul campo con molto acume le direttive da me impartite e che hanno molta volontà di apprenderle». 

Si apre oggi la settimana che porta all’esordio ufficiale, nella Coppa Italia Tim, contro il neo promosso in Prima Divisione, Cosenza. La gara si giocherà domenica prossima in notturna (ore 20,30). I prezzi dei biglietti saranno resi noto in giornata. In settimana dovranno necessariamente essere tesserati i tre Under 23 per avere diritto ai benefici economici della Lega Pro. 

Il Taranto, al momento, ne ha quattro: Strambelli, Sciaudone, Berretti ed Iraci. Nelle prossime ore si aggiungerà quasi certamente Russo. Per quanto riguarda gli “anziani” al posto di Rinaldi, potrebbe giungere il catanzarese Di Maio. In mezzo c’è aperta la trattativa per Magallanes, mentre in avanti si parla di Jefferson. Più difficile identificare il sostituto di Correa. In ritiro c’è stato il cambio dei medici. Il dott. Mazza ha sostituito il dott. Dellisanti. 

Infine novità sul settore giovanile. Sarà la società a gestirlo in prima persona. Saranno allestite la Berretti, nonché e gli Allievi ed i Giovanissimi nazionali e regionali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400