Cerca

Gallipoli, è ora di decidere Barba, un’altra sorpresa?

Ancora un giorno decisivo, l’ennesimo degli ultimi due mesi. Oggi il patron del club (serie B di calcio) incontrerà le due cordate di imprenditori interessati all’acquisto: in mattinata fisserà un appuntamento serale a Bitonto, nella sede della Meleam; nel pomeriggio a Lecce accoglierà il direttore sportivo Giuseppe Cannella, mediatore della cordata svizzero-campana. Intanto, i tifosi vogliono vederci chiaro
• Dietro la Meleam ci sarebbe Moggi
• Fiore, il Lecce pensa di ingaggiarlo
Gallipoli, è ora di decidere Barba, un’altra sorpresa?
di STEFANO LOPETRONE

GALLIPOLI - Ancora un giorno decisivo, l’ennesimo degli ultimi due mesi. Oggi Vincenzo Barba incontrerà le due cordate di imprenditori interessati all’acquisto del Gallipoli: in mattinata fisserà un appuntamento serale a Bitonto, nella sede della Meleam; nel pomeriggio a Lecce accoglierà il direttore sportivo Giuseppe Cannella, mediatore della cordata svizzero-campana. I tifosi vogliono vederci chiaro, capire i motivi di questo tiramolla. Se le due trattative dovessero fallire, sono pronti a prendere in parola Barba: assumere direttamente e a costo zero le redini della società per partecipare al campionato di B con la Primavera.

Ieri Vincenzo Barba è tornato indirettamente a chiedere aiuto alle amministrazioni locali. Lamentandosi dei finanziamenti pubblici a premi e spettacoli televisivi che a suo dire non producono un ritorno economico sul territorio, ha invitato gli enti territoriali ad assecondare i progetti di sviluppo che hanno una ricaduta reale sul Salento: «Voglio immaginare, per esempio, che Regione, Provincia e lo stesso Comune di Gallipoli avranno a cuore progetti sociali, come per esempio il sostegno ad una compagine sportiva, che portano in giro per l’Italia il nome e le bellezze di Gallipoli e del Salento per un intero anno, piuttosto che tanti premi che drenano risorse pubbliche e che non hanno alcuna ricaduta sul territorio». L’invito appare come l’ennesimo appello, il tentativo estremo, di Barba per trovare partner, stavolta pubblici, che lo accompagnino nell’avventura della B.

Intanto si registrano interessanti movimenti intorno al patrimonio reale della società jonica, i tre calciatori ancora sotto contratto. Di Gennaro, che minaccia vertenza di lavoro per inadempienze contrattuali (non c'è ancora il ritiro, ma è stato regolarmente pagato), è stato proposto dal direttore sportivo Gino Dimitri al Verona: la quotazione (800mila euro) spaventa l’Hellas; sull'attaccante anche Potenza, Benevento e Pescara. Su Ciro Ginestra sono piombati Crotone e Pescina: la punta vale almeno quanto il compagno di reparto. Per David Mounard si è fatto sotto il Potenza: oggi Dimitri incontrerà la società lucana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400