Cerca

bari calcio

Camplone: a Pescara
sarà una partita da tripla

paparesta e camplone

«A Pescara sarà una partita da tripla. Noi non dobbiamo fare barricate, altrimenti usciremmo dall’Adriatico con le ossa rotte": il tecnico del Bari Andrea Camplone alla vigilia della gara con gli abruzzesi è ben consapevole che un risultato negativo aumenterebbe in maniera molto rilevante il solco dalle prime tre battistrada e per questo ha puntualizzato che i pugliesi scenderanno in campo per "fare» la partita.
«Perdere a Pescara - ha aggiunto - sarebbe un brutto colpo, perchè il loro vantaggio in classifica arriverebbe a sette punti. Dobbiamo invece cercare di strappare punti, dando continuità al nostro rendimento, dopo i quattro punti nelle ultime due partite. Ci aspettano diciannove partite da qui alla fine, saranno diciannove finali».
Poi l’allenatore si è soffermato sugli abruzzesi: «Lì ho giocato a lungo, e sarà per me una sfida del cuore. La vittoria del Pascara a Perugia? Non fa testo. Oddo sta caricando l'ambiente, ma in Umbria hanno giocato contro un avversario a cui mancavano nove giocatori. Di sicuro dobbiamo evitare di lasciare spazi per le loro ripartente».
Camplone ha affrontato il capitolo mercato e non ha escluso un colpo ad effetto nelle ultime ore di contrattazione, ribadendo che la rosa «sarà sfoltita». «La selezione è stata fatta. Non possiamo avere un rosa di trenta giocatori, dobbiamo dare a tutti la possibilità di andare a giocare altrove. Camara mi ha chiesto di andare a giocare. Tutti possono accasarsi». Poi su Sansone (mandato in tribuna con il Vicenza) ha sottolineato come, «pur considerandolo fortissimo, non possiamo valutarlo in base al curriculum». «Il Bari non può giocare in dieci - ha detto ancora -. Mi auguro che Sansone sia l’acquisto di gennaio. Non possiamo regalare giocatori agli avversari. Lo conosco dai tempi dell’Avezzano. L’ho seguito a Bologna, dove ha segnato il gol promozione. C'è da chiedersi se vuole solo vivere di passato. Con i nomi e i cognomi non si va lontano, io guardo quello che i giocatori offrono negli allenamenti. Abbiamo provato a recuperare Sansone con il bastone. Ha rifiutato un trasferimento? Allora vuole fare bene qui. Lo aspettiamo». Il Bari affronterà il Pescara con il classico 4-3-3: Guarna tra i pali, Donkor e Di Noia terzini, Contini e Di Cesare centrali, a centrocampo Defendi, Porcari e Valiani; in attacco accanto a Maniero giocheranno Rosina e De Luca. Il nuovo acquisto Dezi andrà in panchina, l’altro innesto, Cissokho resta in sede per seguire un programma di recupero atletico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400