Cerca

Karate, Vulpis prende il bronzo al Mondiale juniores in Grecia

L’atleta materana del Centro Karate Zaccaro è giunta terza su ventidue partecipanti: «Un pizzico di rammarico per il mancato trionfo c'è, ma si compensa con la grande soddisfazione per essere salita sul podio mondiale a 16 anni - commenta Morena -. Sapevo che potevo giocarmi le mie carte per la vittoria, e forse proprio questo mi ha un po' frenato nei primi due katà, in cui ero testa e non sono stata sciolta»
Karate, Vulpis prende il bronzo al Mondiale juniores in Grecia
MATERA - Il karate materano targato Zaccaro si attesta ancora nelle alte vette mondiali. Morena Vulpis ha sfiorato l’iride negli ultimi campionati del mondo di katà, svoltisi ad Eretria in Grecia, conquistando uno storico bronzo. L’atleta, impegnata nella categoria junior (16/17 anni), su un parterre di 22 partecipanti, non ha avuto difficoltà a superare i primi due turni con le pari età di Grecia e Giordania, battute entrambe 3-0, ed è volata in semifinale. 

La sfida con la fortissima karateca inglese è stata intensa e combattuta, ma alla fine ha visto prevalere l’avversaria con il minimo scarto (2-1); sfumata la possibilità dell’oro, alla coriacea Vulpis non sono rimasti che i due incontri di ripescaggio per il bronzo, dominati contro le atlete di Corea e Australia. «Un pizzico di rammarico per il mancato trionfo c'è, ma si compensa con la grande soddisfazione per essere salita sul podio mondiale a 16 anni - commenta Morena -. Sapevo che potevo giocarmi le mie carte per la vittoria, e forse proprio questo mi ha un po' frenato nei primi due katà, in cui ero testa e non sono stata sciolta. Poi ho acquisito più sicurezza, ma contro la mia avversaria inglese, che poi ha vinto il titolo, e mancata un’inezia per accedere alla finale».

Si conferma quindi la grande tradizione mondiale del Centro Karate Zaccaro, che continua a sfornare talenti e a portare a casa allori iridati. «Il risultato ci inorgoglisce, se si aggiunge alle positive partecipazioni di Alessandra Petragallo e Gabriella Lomurno, che hanno ceduto solo alle più forti - spiega Anna Maria Zaccaro, che ha accompagnato le sue atlete in Grecia -. Una spedizione più che positiva, che ci permette di preparare al meglio gli Internazionali di Grado, che rappresenta l’occasione per entrare nel giro della nazionale». A Grado, ci saranno anche gli juniores Fabio Di Lecce e Marino Onofrio.

[n.veg.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400