Cerca

Eurolega, il Cras parte  il 28 ottobre da Istanbul

La Fiba (Federazione europea di pallacanestro) ha modificato il programma del turno preliminare della competizione femminile, alla quale parteciperà il Taranto per la prima volta nella sua storia. l cambiamento (gare del primo turno anticipate di una settimana) è stato apportato in seguito alle richieste dei rispettivi club, che devono fronteggiare l’agenda delle proprie manifestazioni nazionali
• Godin: «L'oro europeo come amuleto»
Eurolega, il Cras parte  il 28 ottobre da Istanbul
TARANTO - La Fiba (Federazione europea di pallacanestro) ha modificato il programma del turno preliminare dell’Eurolega 2010, alla quale parteciperà il Cras Basket per la prima volta nella sua storia. Dopo il sorteggio avvenuto a Monaco, che ha inserito Taranto nel raggruppamento A con le squadre Galatasaray Istanbul, Ummc Ekaterinburg, Ros Casares Valencia, Teo Vilnius e TTT Riga, dalla Germania giungono le variazioni sulle date della prima fase della massima competizione femminile per club di basket.

Il cambiamento della Fiba (gare del primo turno anticipate di una settimana) è stato apportato in seguito alle richieste dei rispettivi club, che devono fronteggiare l’agenda delle proprie manifestazioni nazionali. Il Cras giocherà le sfide interne al PalaMazzola tutti i mercoledì, tranne il primo incontro interno di giovedì 5 novembre con la corazzata Ekaterinburg.

IL CALENDARIO UFFICIALE - Questa la serie delle partite che vedranno impegnate il Cras Basket Taranto nel girone A preliminare dell’Eurolega. Andata: mercoledì 28 ottobre alle 20,30 Galatasaray-Cras; giovedì 5 novembre alle 20,30 Cras-Ekaterinburg, mercoledì 11 novembre alle 19,30 TTT Riga-Cras; mercoledì 18 novembre alle 20,30 Cras-Valencia; mercoledì 25 novembre alle 18,45 Teo Vilnius-Cras; Ritorno: mercoledì 2 dicembre alle 20,30 Cras-Galatasaray; mercoledì 9 dicembre alle 19 Ekaterinburg-Cras; mercoledì 16 dicembre alle 20,30 Cras-TTT Riga; mercoledì 13 gennaio 2010 alle 20,30 Valencia-Cras; mercoledì 20 gennaio alle 20,30 Cras-Teo Vilnius.

LA FORMULA - L’Eurolega si giocherà in base ai dettami degli anni precedenti, ossia con 4 gironi composti da sei squadre che daranno vita alla fase preliminare con match di andata e ritorno. Le prime 4 dei quattro gironi si qualificheranno agli ottavi di finale, che si disputeranno al meglio dei tre match, con la squadra miglior classificata che godrà del fattore campo. Le vincenti si giocheranno i quarti sempre con sfide al meglio delle tre partite. Le 4 qualificate daranno poi vita alla final four che si giocherà in un unico impianto, dove si assegnerà l’Eurolega 2010.

ANELLI: TARANTO ACCOLTO NELL’ELITE EUROPEA - Al ritorno da Monaco, mostra soddisfazione il dirigente responsabile Roberto Anelli, che ha rappresentato il Cras nel sorteggio dell’Eurolega. «In occasione di questo appuntamento prestigioso, ho appurato quanto il Cras adesso conti a livello internazionale. L’Eurolega – spiega Anelli – è il top che il basket continentale possa esprimere. E’ motivo d’orgoglio che molti club, a partire dallo Spartak Mosca vincitore delle ultime edizioni, abbiano evidenziato il nostro valore tecnico attuale. Ma il fatto di essere capitati in un girone di ferro, è stato condizionato dal criterio di costituzione delle fasce di merito, che pesano il valore agonistico in base ai risultati dei club nelle ultime tre edizioni dell’Eurolega. E’ passato infatti un quindicennio dall’ultimo successo nostrano con l’allora Comense».

Sarà il Cras che dovrà conquistarsi la fiducia del movimento dell’Eurolega sul campo. «Abbiamo una squadra competitiva – commenta Anelli – che ha fatto breccia negli esperti del movimento riunitisi a Monaco. La nostra realtà ha fatto passi da giganti, sino ad arrivare all’Eurolega. Affronteremo squadre forti ma stimolanti». Una curiosità: cosa è accaduto quando il sorteggio ha decretato come primo avversario della vecchia Coppa Campioni del basket femminile quel Galatasaray che ad aprile addolorò Taranto nella finale di Europe Cup? «Ci siamo sorrisi con i nostri avversari, rimandando il confronto sul campo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400