Cerca

Taranto stringe per Bremec sarà l'iberico il nuovo portiere

Ieri sera l’incontro decisivo col procuratore del calciatore, nella passata stagione al Foggia (33 presenze), ma da sette anni in Italia, dove ha vestito anche le maglie di Carrarese, Arezzo e Ascoli. Bremec aveva parecchie richieste tra cui quella del Grosseto, ma alla fine si sarebbe deciso a sposare l’ambizioso progetto della società rossoblù che lo ha scelto per sostituire l’oggetto misterioso Zappino
• D’Addario scopre la nuova squadra
• Foggia, preso Bindi dell’Inter
Taranto stringe per Bremec sarà l'iberico il nuovo portiere
di ENRICO SORACE

TARANTO - La porta del Taranto sarà difesa, con ogni probabilità, da Nicolas Bremec. Ieri sera l’incontro decisivo col procuratore del portiere spagnolo, nella passata stagione al Foggia (33 presenze), ma da sette anni in Italia, dove ha vestito anche le maglie di Carrarese, Arezzo e Ascoli. Bremec aveva parecchie richieste tra cui quella del Grosseto, ma alla fine si sarebbe deciso a sposare l’ambizioso progetto della società rossoblù che lo ha scelto per sostituire l’oggetto misterioso Zappino, prima annunciato e poi scaricato senza una precisa giustificazione.

Con Bremec c'era stato un primo approccio sabato scorso, ma il lungo confronto tra Pagni, Blasi e il manager del portiere non portò alla firma a causa di una lieve differenza tra domanda e offerta. L’alternativa era stata individuata nel ternano Ginestra, ma le richieste economiche del club umbro hanno spiazzato Pagni, ripiombato subito su Bremec, estremo difensore di sicuro affidamento per la categoria. Il portiere nativo di Barcellona sarebbe pronto ad aggregarsi al gruppo di Braglia che vede pian piano completarsi il nuovo organico. Il mercato del Taranto è entrato nella fase più delicata. Scelto il portiere, all’appello mancano ora un paio di centrocampisti (un esterno destro e un centrale), un difensore di scorta, un attaccante soprattutto se, come pare, Da Silva dovesse emigrare verso altri lidi, oltre a qualche altro under per raggiungere gli otto che permettono di accedere ai contributi federali.

Anche il centrocampo è un reparto da irrobustire con un leader in grado di prendere per mano la squadra e un esterno destro che sappia abbinare le due fasi. Correa è il colpo che il Taranto vorrebbe assestare, ma convincere il regista sudamericano non è compito agevole. Coppola ex Salernitana e Bono, svincolato d’ufficio dal fallito Venezia, sono due nomi su cui lavora Pagni, al quale non dispiacerebbero neanche Gennaro Esposito e Bondi, anche se quest’ultimo ha più le caratteristiche del fantasista. Per la fascia destra sono sempre attuali i nomi di Lucenti e Nardini.

Per la difesa, sfumato Salvatori, sono stati effettuati dei sondaggi con Calori e Bonatti, ma resta vivo l’interesse per Di Maio e per il giovane Bettoni della Fiorentina. In avanti, nel caso probabile di cessione di Da Silva, potrebbe arrivare in rossoblù il promettente Jefferson della Primavera della Fiorentina. In uscita, da segnalare l’interessamento del Catanzaro di Auteri per Carrozza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400