Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 22:14

Gallipoli, stretta finale Barba aspetta ancora?

La trattativa tra il presidente del Gallipoli (serie B di calcio) e la cordata svizzera è in dirittura d'arrivo. Gli emissari degli elvetici hanno chiesto ai legali del patron ulteriori due giorni per poter venire incontro alle pretese di Barba. La richiesta di questa ulteriore proroga fa capire come gli imprenditori svizzeri sono fortemente interessati all'acquisto del club. Venerdì dovrebbe scattare il ritiro di tecnico e squadra. Ma quali?
Gallipoli, stretta finale Barba aspetta ancora?
di ROBERTO CATALDI

GALLIPOLI - E' alla stretta finale la trattativa tra il presidente del Gallipoli Vincenzo Barba e la cordata svizzera interessata all'acquisto della società giallorossa. Gli emissari degli elvetici hanno chiesto ai legali di Barba una ulteriore proroga di un paio di giorni per poter venire incontro alle pretese del patron giallorosso. La richiesta di questa ulteriore proroga fa capire come gli imprenditori svizzeri sono fortemente interessati all'acquisto del Gallipoli. I motivi di questo interesse possono essere tanti ma uno è dato sicuramente dal fatto che la società salentina è una delle poche con i conti perfettamente in ordine e quindi molto appetibile. Barba ha chiesto una risposta definitiva in queste ore perché subito dopo si deve dare inizio alla nuova stagione partendo per il ritiro pre campionato. «Però - dice il patron - stavolta lascio. Giovedì vita o morte. Se nessuno mi aiuterà chiuderò definitivamente col calcio e il Gallipoli non disputerà il torneo cadetto». In serata si dava per scontato l’accordo tra Barba e l’imprenditore salentino che opera nel settore delle macchine agricole: cinque milioni dilazionati per rilevare il club: «Anche questa - sottolinea Barba - è una voce infondata».

Se tutto andrà per il verso giusto, come avviene di consuetudine il Gallipoli partirà in ritiro in occasione delle festività di santa Cristina (24 luglio) e si dovrebbe andare in Val Gardena. Oltretutto il 29 ci sarebbe l'amichevole contro il Livorno e per il 9 agosto è prevista la prima gara di andata di Coppa Italia contro la vincente tra il Fano e il Lumezzane. Fonti vicine alla società davano per certa una conferenza stampa per la giornata di oggi nel corso della quale l'imprenditore salentino dovrebbe fare chiarezza, ma sembra destinata a slittare.

Intanto, si è visto a passeggio per Gallipoli mister Giannini assieme ai fidati collaboratori Corti e Cervone e la fantasia sportiva ha preso il volo. «Sono qui a Gallipoli solo per trascorrere qualche giorno di riposo», ha detto l'allenatore della promozione, «e non c'è in calendario nessun appuntamento con il presidente Barba. Avevo voglia di qualche giorno di riposo e poichè a Gallipoli c'è un mare bellissimo sono venuto qui nel Salento. Se Barba mi dovesse chiamare è naturale che andrei a trovarlo. E se dovesse consegnarmi nuovamente le chiavi della squadra per affrontare la serie B questo mi farebbe piacere».

Hanno subìto un rallentamento le trattative che volevano Antonioli al Lanciano e Molinari al Potenza e questo potrebbe far credere ad una chiamata da Gallipoli. Ai quattro giocatori ancora sotto contratto (Russo, Mounard, Ginestra e Di Gennaro) potrebbero quindi aggiungersi i due centrali di difesa che hanno fatto la fortuna del Frosinone in B, oltre ai portieri Gegè Rossi e Sciarrone e il centrocampista Esposito. Completerebbero l'organico i giovani Frassanito, Cota, De Prezzo, Greco, Taurino e Tarantino. La rosa verrebbe perfezionata strada facendo in vista della prima di campionato (22 agosto) così come è accaduto l'anno scorso. Tutto però dipenderà dall'ultimo incontro con la cordata di imprenditori anche se a Gallipoli si scommette ancora sulla riconferma di Barba sul ponte di comando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione