Cerca

Prisma insiste sulla linea verde Montagna in prestito da Cuneo

Il libero ventenne (180 cm di altezza) verrà a Taranto (A1 di pallavolo maschile) per essere utilizzato come vice-Ricciardello. «Corsano e Pippi sono i miei modelli. In ricezione mi sento sicuro mentre devo migliorare in difesa, fondamentale nel quale bisogna lavorare non solo di tecnica, ma anche di carattere. Sono felicissimo di venire, ho detto subito sì»
• E dalla Sisley arriva Candellaro
Prisma insiste sulla linea verde Montagna in prestito da Cuneo
TARANTO - La Prisma Volley insiste sulla strada della linea verde per completare il proprio organico. La società del presidente Bongiovanni ha dato l’opportunità ad un altro giovanissimo di un club di prima fascia della serie A/1 di poter, come si dice in gergo, “farsi le ossa”. Ecco, quindi, il prestito da Cuneo del libero ventenne Samuele Montagna (180 cm di altezza) che verrà a Taranto per essere utilizzato come vice-Ricciardello.

Montagna è un prodotto del vivaio del Piemonte Volley ed ha fatto tutta la trafila a partire dall’Under 13 per proseguire con Under 14-Under 16- Under 18 e terminare con l’Under 20. Ha ricoperto sino ai diciassette anni più ruoli dal palleggiatore allo schiacciatore poi quattro anni fa su imput del talent scout di Cuneo, coach Liano Petrelli, la decisione finale di ricoprire il ruolo di libero.

«Corsano e Pippi sono i miei modelli. In ricezione mi sento sicuro mentre devo migliorare in difesa fondamentale nel quale bisogna lavorare non solo di tecnica ma anche di carattere – afferma con tono affatto timido per un ragazzo alle prime armi come lui - Sono felicissimo di venire a Taranto. Appena ho ricevuto questa proposta, dopo un breve summit con la mia famiglia ed il coach Petrelli, ho detto subito sì. La Prisma penso abbia allestito un buon organico per la prossima stagione e credo si possa puntare anche a qualcosa di più della salvezza».

Obiettivi alla sua prima esperienza fuori di casa? «Spero di migliorare tantissimo grazie all’aiuto di un tecnico come Montagnani del quale mi hanno parlato bene e che mi dicono lavori con attenzione sui giovani. Avrò la grande fortuna di essere integrato in un team di A/1 che mi permetterà di crescere allenandomi a ritmi più alti. Io spero di essere utile alla squadra. Avrò davanti Ricciardello che ha qualche anno più di me e che è reduce da una bella stagione ma mi piacerebbe ritagliarmi qualche piccolo spazio nel corso dell’anno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400