Cerca

Bari, tempo di corse  e occhio al mercato

Secondo giorno di ritiro a Ridanna, in provincia di Bolzano, per la squadra biancorossa (serie A di calcio). Ieri il programma prevedeva test atletici (cinque ripetute sui 1200 metri) e anche una parte dedicata alla tattica. Il tecnico Ventura sfrutterà al massimo questi primi giorni per completare il processo di conoscenza della rosa. Gazzi: «Spero che i tifosi ci aiutino»
Bari, tempo di corse  e occhio al mercato
RIDANNA - Secondo giorno di ritiro per il Bari che da domenica lavora a Ridanna, in provincia di Bolzano. Ieri mattina, alle 9,30, il gruppo è sceso sul campo trovando ottime condizioni climatiche. Il programma prevedeva test atletici (cinque ripetute sui 1200 metri) e anche una parte dedicata alla tattica, con Gianpiero Ventura evidentemente nei panni del «docente».

Il tecnico sfrutterà al massimo questi primi giorni di preparazione per completare il processo di conoscenza della rosa attualmente a sua disposizione. Nonostante l’arrivo di ben dieci calciatori (Padelli, Belmonte, Bonucci, Paro, Allegretti, Carobbio, Alvarez, Greco, Meggiorini, Koman), a cui vanno aggiunte le conferme (con la formula del prestito) di Ranocchia e Barreto, il mercato del Bari non è certo terminato qui. Chiarissime, a tal riguardo, le parole pronunciate dal diesse Perinetti nei giorni scorsi: «Ci stiamo guardando attorno e, in pieno accordo con la proprietà e con Ventura, decideremo il da farsi. Sicuramente arriverà un difensore. E poi un esterno d’attacco. Per la punta il discorso è più complicato. Il mercato, come potete vedere, è abbastanza bloccato. Guai, insomma, ad avere fretta. L’importante è alzare il livello qualitativo del gruppo. Comprare tanto per... non avrebbe senso. Per ora lasciamo l’allenatore libero e sereno di valutare il gruppo».

Sta di fatto che il Bari sembrava vicinissimo alla chiusura della trattativa con la Roma per l’ingaggio del difensore Andreolli e del tornante Cerci. Qualcosa deve essersi complicato, però. tant’è che Perinetti, pur restano in strettissimo contatto con il collega giallorosso Pradè, sta provando a percorrere altre strade
. Il difensore del Brescia Zoboli sembra riscuotere il consenso di Ventura. Si è parlato anche di Mareco, stessa provenienza. Situazione, tuttavia, ancora abbastanza fluida.
Tant’è che lo stesso Ventura non sembra aver ancora deciso se Andrea Masiello vada considerato un terzino o un centrale. Nel secondo caso è evidente come partirebbe immediata la richiesta di un terzino destro che si affianchi a Belmonte, tornato a Bari dopo la sfortunata parentesi di Siena (rottura del legamento crociato e stagione compromessa). A sentire perinetti è possibile che arrivino addirittura due difensori. Ma non un altro terzino sinistro. C’è Parisi e con lui Salvatore Masiello, che Ventura (al pari di Conte) vede bene come fluidificante.

Vitalj Kutuzov sta affrontando questi primi giorni di ritiro con grande entusiasmo. L’aver ritrovato Ventura, con il quale ha condiviso la positiva esperienza di Pisa, ha regalato all’attaccante bielorusso un motivo in più per riaffacciarsi in serie A col giusto approccio: «Con Barreto abbiamo fatto benino in serie B, ora ci aspetta una sfida più dura. L’importante, però, è affrontare tutto con serenità. Io gioco per divertirmi e credo sia il segreto per migliorare in questa disciplina».

Alessandro Gazzi, con 162 presenze e cinque reti messe a segno nelle fila dei pugliesi, è uno dei veterani. Il «rosso» incita il pubblico a sostenere la squadra (gli abbonati finora sono meno dello scorso campionato): «Bisogna avere fiducia nei progetti della società. Poi spetterà a noi riconquistare con i risultati anche gli scettici. Il campo parlerà con i fatti». Sui acquisti ha poi aggiunto: «Si sono già integrati nel gruppo in pochi giorni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400