Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 13:03

La Prisma non finisce di sorprendere ha ingaggiato il forte centrale Cozzi

L’ultimo ingaggio alla corte di Montagnani è Paolo Cozzi, 29 anni (200 cm di altezza), milanese di nascita. Nella passata stagione ha giocato a Vibo Valentia. In totale ha disputato 10 stagioni in serie A1 maschile di pallavolo collezionando 290 presenze. Con la maglia azzurra vanta 105 presenze. Ha vinto due Europei (2003 e 2005) e l'argento ai Giochi olimpici di Atene, nel 2004
La Prisma non finisce di sorprendere ha ingaggiato il forte centrale Cozzi
TARANTO - Il mercato della Prisma Volley non finisce di sorprendere. Idee chiare, obiettivi certi, giocatori in grado di offrire garanzie di rendimento. L’ultimo ingaggio alla corte di Montagnani è Paolo Cozzi, 29 anni (200 cm di altezza), milanese di nascita cresciuto nelle file del Vittorio Veneto Milano in C e B2, esordisce in serie A/2 con il Gonzaga Milano successivamente chiamatosi Asystel. Proprio con questi ottiene la promozione in A/1 nella stagione 1999-2000 arrivando secondo dopo la Magna Grecia Taranto.

L’anno successivo con Milano disputa la finale scudetto, poi persa con Treviso. Nel capoluogo lombardo vi rimane sino al 2003 anno in cui l’Asystel si fonde con la Copra Piacenza. In quella stagione Paolino passa a Modena, club con il quale vince una Coppa Cev nel 2004. Successivamente viene ingaggiato da Cuneo dove vi rimane una stagione vincendo tra l’altro una Coppa Italia.

La carriera di Cozzi prosegue a Piacenza club nel quale per due stagioni consecutive disputa le finali scudetto. La passata stagione per la prima volta decide di vestire la maglia di un club del Sud, il Vibo Valentia dove offre un rendimento molto positivo classificandosi al quarto posto per quanto riguarda il ruolo di centrale (media ponderata del rendimento statistico nei vari fondamentali).

In totale Cozzi ha disputato 10 stagioni in serie A/1 collezionando 290 presenze e totalizzando 2010 punti di cui 590 a muro uno dei suoi fondamentali migliori. Premiato per tre stagioni consecutive (dal 1998 al 2001 come migliore under 23 della serie A/2 nei primi due anni e della serie A/1 il terzo).

Con la maglia azzurra vanta 105 presenze (esordio 11 maggio 2001, a Palermo Italia-Argentina 3-0). Ha vinto due Europei (2003 e 2005)e l'argento ai Giochi olimpici di Atene, nel 2004. Da ragazzo con la nazionale cadetti ha vinto un mondiale, un europeo ed una edizione dei giochi del mediterraneo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione