Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 00:01

Rubino al Mugello per la 4ª prova del campionato italiano Yamaha

Fine settimana intenso per il pilota materano del Team Mercato dell’Oro. Sarà impegnato sulla pista toscana per la quarta prova del campionato su un circuito conosciuto. Vi ha corso diverse volte e proprio dieci giorni fa lo ha visto in pista per una sessione intensiva di test. «Abbiamo una buona taratura di base. La messa a punto di sospensioni e motore è buona, ora non vedo l’ora di gareggiare»
Rubino al Mugello per la 4ª prova del campionato italiano Yamaha
MATERA - Fine settimana sul circuito del Mugello per Angelo Raffaele Rubino, il pilota del Team Mercato dell’Oro che domani sarà impegnato sulla pista toscana per la quarta prova del campionato italiano Yamaha R Series. Il Mugello, che si distende per oltre cinquemila metri nei boschi e nel verde, è un tracciato veloce consono allo stile di guida del pilota materano del team Mercato dell’Oro, un circuito sul quale Rubino ha corso diverse volte e proprio dieci giorni fa lo ha visto in pista per una sessione intensiva di test.

Si tratta di un appuntamento di grande importanza per quanto riguarda le due ruote, che servirà a delineare le posizioni di classifica. Il livello della gara sarà come sempre altissimo, ma non è escluso che le proverbiali doti di staccatore del pilota materano possano portare a disputare una buona gara. 

«Dopo la sessione di prove svolte privatamente a Vallelunga - afferma Rubino - ho puntato molto al miglioramento dell’assetto della motocicletta proprio in vista della gara di domenica. Abbiamo una buona taratura di base che perfezioneremo nel corso delle prove ufficiali. La messa a punto di sospensioni e motore è buona, ora non vedo l’ora di scendere in pista per cercare di mettere a frutto il lavoro di queste settimane, nonostante il livello della gara sia alto e l’esperienza degli altri piloti in pista sia notevole». Difficile dunque fare previsioni per una gara che si preannuncia particolarmente combattuta. «Il nostro obiettivo - sostiene il team manager Carmelo Miglionico - è quello di finire la gara inserendoci nel gruppo di testa. Vallelunga non è stata favorevole perché la pioggia non ha premesso al pilota di esprimersi al meglio, avendo le sospensioni tarate per la pista asciutta. A volte non basta la bravura ci vuole anche fortuna».

[n.veg.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione