Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 05:57

Ecco Paolo e Matteo Ingrosso simpatici gemelli da spiaggia

Nati in Brasile e adottati da una famiglia di Leverano (Lecce), costituiscono una delle giovani coppie maggiormente in vista del beachvolley italiano.Gli addetti ai lavori pronosticano che faranno parte della spedizione azzurra alle prossime Olimpiadi di Londra. Di recente hanno vinto un bronzo ai Giochi del Mediterraneo. Vivono con la valigia in mano: «Una vita di sacrifici, ma ne vale la pena»
Ecco Paolo e Matteo Ingrosso simpatici gemelli da spiaggia
di Antonio Calò

LECCE - I gemelli Paolo e Matteo Ingrosso costituiscono una delle giovani coppie maggiormente in vista del beachvolley italiano.Gli addetti ai lavori pronosticano che faranno parte della spedizione azzurra alle prossime Olimpiadi di Londra e loro ammettono senza mezze misure di volere partecipare ai giochi dei «cinque cerchi», nella capitale inglese. Nel frattempo, vivono con la valigia in mano.

Da due anni, infatti, i due giovani di Leverano, brasiliani d’origine, fanno parte del progetto voluto dalla Fipav nel tentativo di ottenere dei risultati di primo piano nel beach. Nel periodo invernale si allenano a Roma oppure si trasferiscono nei luoghi caldi della terra nei quali si può lavorare sulla sabbia. D’estate viaggiano di continuo tra un torneo all’altro, per fare esperienza, disputando tappe del circuito mondiale, di quello europeo o di quello italiano.

Nel Salento tornano di rado e per questo motivo sono contentissimi di giocare, nel prossimo week-end, a San Cataldo, presso il «Lido York», dov'è in cartellone la seconda tappa del campionato tricolore.

«Sarà bellissimo cimentarci sulla sabbia che ci ha visti nascere nel mondo del beachvolley - dice Paolo Ingrosso - Proprio a San Cataldo abbiamo mosso i primi passi, per poi spiccare il volo. Per noi, quindi, sarà un’emozione speciale esibirci dinanzi agli appassionati salentini che, ne sono certo, saranno tutti dalla nostra parte. Oggi e domani, intanto, saremo impegnati a Pescara, nella tappa che aprirà il campionato italiano». «Nella città abruzzese - fa eco Matteo Ingrosso - abbiamo conquistato uno degli allori di maggiore prestigio della nostra giovane carriera, la medaglia di bronzo ai Giochi del Mediterraneo».

Non è facile, da giovani, vivere costantemente lontano da casa. «Si tratta di una vita dura - ammette Paolo Ingrosso - Lontano dagli affetti, ci si allena senza soste per tutto l’inverno in attesa di girare il mondo d’estate, da una manifestazione all’altra».

«I risultati positivi che stiamo centrando ed il grande desiderio di arrivare a disputare le Olimpiadi, però, ci aiutano ad impegnarci sempre al massimo senza badare ai sacrifici che facciamo», aggiunge Matteo Ingrosso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione