Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:56

L'Enel Basket Brindisi si rinforza con Maresca, play ex Benetton

Alto 1,92 metri, ha una buona propensione al tiro dalla media e dalla lunga distanza. È considerato uno dei giocatori italiani migliori. Infatti, anche se giocherà nella Legadue di basket maschile, è nell'orbita della Nazionale Italiana: dopo la chiamata per la preparazione al  Mondiale l'estate scorsa, il commissario tecnico azzurro Recalcati lo ha convocato per il Torneo 4 Nazioni in Cina
L'Enel Basket Brindisi si rinforza con Maresca, play ex Benetton
BRINDISI - Giuliano Maresca (Roma, 16 ottobre 1981) è il play dell’Enel Basket Brindisi. Si tratta di un altro «pezzo da 90» che va ad aggiungersi agli ingaggi di Nikola Radulovic e Silvere Byan. Maresca, che è nel giro della nazionale italiana, è un esterno di 1,92 m, con buona propensione al tiro dalla media e dalla lunga distanza ed un'ottima difesa in grado di sfruttare atletismo e controllo del corpo.

Il nuovo regista dell’Enel Basket ha inizia la carriera a Roseto (serie A2). Seguono 4 stagioni di apprendistato tra Giulianova (B2), Rieti, Patti ed Imola (B1), in cui Maresca si sviluppa, sia fisicamente che dal punto di vista tecnico, raggiungendo minutaggi significativi specialmente nell'ultima annata imolese. Nell'ottobre 2003 il momento chiave per la sua crescita, il passaggio a Montegranaro (B1), dov’è pedina chiave nel sistema, contribuendo alla promozione in LegaDue (con 20,5 minuti di media, 6,9 punti ed il 56,6% da due.

Anche in LegaDue va in doppia cifra (11.6 di media, con il 38,5% da tre), quando la Premiata arriva alla finale play-off, ad un passo dal grande salto in Serie A; si conferma uomo squadra (7,6 punti in 21 minuti in campo) l'anno successivo, quello della definitiva consacrazione per il club marchigiano, che taglia il traguardo promozione. Alla prima vetrina in A, con i galloni di capitano, Maresca non delude le attese sotto l'egida di coach Pillastrini: 16,4 minuti in campo, 5,1 punti e tanta leadership per portare la neopromossa Premiata a 40 minuti da un altro obiettivo di assolutop prestigio: i play-off.

L'essere considerato uno dei giocatori italiani più futuribili del movimento, ha proiettato Giuliano Maresca nell'orbita della Nazionale Italiana: dopo la chiamata per la preparazione dei Mondiali l'estate scorsa, il Ct azzurro Charlie Recalcati lo ha convocato lui ha dato subito prova del suo talento al Torneo 4 Nazioni in Cina. Proprio contro la nazionale locale Giuliano ha toccato il suo high in azzurro, 21 punti con 5/6 da tre, determinanti per la vittoria finale 74-69. Nel luglio 2007 ha firmato un contratto fino al 2010 con la Benetton Treviso, ma nel febbraio 2008 è stato ceduto in prestito all'Armani Jeans Milano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione