Cerca

Gallipoli, in settimana si deve fare chiarezza

Calma piatta. Non si muove ancora nulla in casa giallorossa e il futuro appare sempre più incerto e pieno di incognite anche perché venerdì scade l’ultimatum che il presidente Barba aveva posto come termine ultimo prima di lasciare il titolo nelle mani del sindaco se non avesse avuto un aiuto economico. E fino ad oggi non sembrano esserci motivi da poter credere ad un ripensamento
Gallipoli, in settimana si deve fare chiarezza
di Roberto Cataldi

GALLIPOLI - Calma piatta a Gallipoli. Non si muove ancora nulla in casa giallorossa e il futuro appare sempre più incerto e pieno di incognite anche perché venerdì scade l’ultimatum che il presidente Vincenzo Barba aveva posto come termine ultimo prima di lasciare il titolo nelle mani del Sindaco se non avesse avuto un aiuto economico. E fino ad oggi non sembrano esserci motivi tali da poter credere ad un ripensamento da parte del numero uno della società gallipolina che non ha neanche individuato l’allenatore per la prossima stagione. Nessuno, infatti, si è ancora fatto avanti per entrare in società e Barba non sembra quindi recedere dalla decisione di passare la mano e se dovesse abbandonare diventa difficile individuare un suo sostituto.

Anche gli incontri con imprenditori campani e siciliani che avevano manifestato un certo interessamento per il Gallipoli non hanno sortito nessun effetto positivo, ma si sono invece risolti con un nulla di fatto. Arrivati a questo punto anche l’assemblea convocata per domenica prossima dagli ultras giallorossi potrebbe non risolvere nulla. La situazione, insomma, non sembra delle migliori e il rischio che il Gallipoli non partecipi alla sua prima stagione in B è davvero concreto. Nonostante questa situazione di stallo però in città si rincorrono notizie di mercato e radio tifo dava per certo un accordo almeno di massima con mister Nevio Orlandi. «È vero che sono stato contattato dal Gallipoli ma questo è accaduto una decina di giorni fa», ha dichiarato l’ex allenatore della Reggina, «e dopo quel contatto non ho saputo più nulla. In ogni caso, non avrei nessun tipo di difficoltà a venire a Gallipoli purchè ci sia un progetto valido.

Nella vita non conta la categoria dove si lavora ma contano i progetti e se a Gallipoli ci fosse un programma ambizioso non avrei esitazioni di sorta anche ad allenare in serie B». Nonostante questa situazione di stallo però negli ambienti sportivi gallipolini c'è una tenue speranza che alla fine la squadra gallipolina possa presentarsi ai nastri di partenza con una squadra costruita per puntare alla salvezza. Per questo c'è molta attesa per l’assemblea di domenica dove il patron giallorosso potrebbe ritrovare lo smalto dei primi anni e programmare al meglio la prossima stagione. Intanto, voci di mercato danno per certo un interessamento per l’attaccante della Primavera della Juventus, Ciro Immobile (20).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400