Cerca

Meggiorini, la punta che adora Hayden

Toglietegli tutto, ma non la maglia 69. Quella, sappiatelo, dovete lasciargliela. È il numero del suo idolo Nicky Hayden, il motociclista statunitense di MotoGp. Dal quale ha evidentemente preso il gusto della velocità. Perché in area Riccardo è uno di quelli da non perdere d’occhio. È stato il colpo biancorosso della prima parte di mercato. «Bari, mi sento pronto per la sfida alla A di calcio»
• Le amichevoli del precampionato
Meggiorini, la punta che adora Hayden
di Fabrizio Nitti 

BARI - Toglietegli tutto, ma non la maglia 69. Quella, sappiatelo, dovete lasciargliela. È il numero del suo idolo Nicky Hayden, il motociclista statunitense di MotoGp noto ai suoi fan come Kentucky kid. Dal quale ha evidentemente preso il gusto della velocità. Perché in area Riccardo Meggiorini è uno di quelli da non perdere mai d’occhio. È stato il colpo biancorosso di questa prima parte di mercato. Dietro l’attaccante scuola Inter (lo portò Baresi in nerazzurro), 24 anni e il senso del gol dentro, si era scatenata una vera e propria asta. Come una molla. Prima ad un passo dal Bari, poi lontano mille miglia, poi di nuovo verso la Puglia, quando il club biancorosso ha sferrato l’attacco decisivo prendendosi la metà del giocatore dal Genoa, che lo aveva prelevato dall’Inter nell’ambito dell’affare Milito-Thiago Motta. E a Bari Riccardo Meggiorini, veneto di Isola della Scala (Verona) vuole dimostrare di essere pronto per il grande palcoscenico. Vuole dimostrare di poter far impazzire anche i migliori difensori del mondo. In valigia 40 reti realizzate in due campionati e mezzo col Cittadella.

«Non potevo chiedere di meglio, ho tirato un bel sospiro di sollievo quando la trattativa si è chiusa. Ritengo Bari piazza ideale In avvio di campagna acquisti il mio nome è stato accostato a quello del Bari e la cosa non mi è mai dispiaciuta: qui c’è un serio progetto alle spalle. Sono contento così».

Prima firma sulla salvezza del Cittadella. Suvvia, in quanti avremmo mai scommesso sulla formazione padovana? Diciotto reti realizzate in una squadra che ha giocato per la permanenza equivolgono a una piccola grande impresa: «È stato un campionato bello ed affascinante quello appena concluso con il Cittadella. Ma adesso devo riuscire a far bene anche nella massima serie. Bari per me rappresentata l’opportunità per crescere, maturare e continuare a dimostrare quanto di buono fin qui fatto - spiega Meggiorini -. So che non sarà semplice ma sono pronto a lavorare per regalarmi una stagione con i fiocchi e regalarla ad una splendida città come Bari. Non sarà facile. Devo avere molta pazienza e non sperare di fare subito 20 gol perché la serie A è tutta un’altra cosa. Ma la determinazione e la volontà non mi mancano. Voglio fare bene».

C’è un altro attaccante che guarda alla tappa barese con grande attenzione. Si tratta di Giuseppe Greco, prelevato anch’egli dal Genoa, ma reduce da un’annata sfortunatissima a Pisa, con Ventura in panchina. Un grave infortunio nel marzo scorso al tendine d’Achille ha impedito alla punta palermitana (1983) di poter concludere la stagione, magari segnando gol che avrebbero potuto evitare la retrocessione ai toscani. Ricomincia dalla Puglia, con la speranza di recuperare il terreno perduto e rinverdire i «fasti» del campionato 2006-2007 con il Genoa di Di Vaio e Adailton: «Orgoglioso di arrivare a Bari. Spero sia un trampolino di lancio. Sono un uomo del Sud, conosco il calore della gente, è un elemento essenziale». Perinetti lo ha prelevato in prestito con diritto di riscatto della comproprietà, in ritiro saranno valutate attentamente le condizioni dell’attaccante. Che a Bari ritroverà un po’ di amici: «Troverò in Puglia molti miei ex compagni, da Carobbio ad Allegretti, ad Alvarez e un tecnico come Ventura, preparatissimo e pronto al dialogo con i giocatori. Sono una seconda punta, ma ho iniziato da esterno offensivo. Nel Pisa ho giocato centravanti o attaccante laterale».

MERCATO - Non pare agevole la strada che porta a Vladimir Koman, esterno sinistro di centrocampo classe 1990 in forza alla Sampdoria. La trattativa si è un po’ arenata. Ma questa sarà la settimana del difensore centrale e di molte operazioni in uscita. Perinetti ha intenzione di consegnare uno stopper a Ventura prima del ritiro (Cribari della Lazio favorito, poi Andreolli della Roma), mentre per l’attaccante di peso e per l’altro esterno Cerci (Roma) il d.s. attenderà. Santoni, Stalella e Galasso verso Salerno; Esposito più vicino al Padova.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400