Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 11:26

Tiro a volo, Orlando va all'Europeo in Croazia

La montalbanese, che compirà 17 anni a dicembre, si mette in evidenza nello skeet nella Coppa del mondo a San Marino e il ct Sazi la convoca. «Sono molto contenta per i risultati ottenuti. Nella classifica generale, sono arrivata seconda tra le italiane, a pari merito con Cristina Vitali». Si è piazzata alle spalle di Cainero, la prima donna a conquistare a Pechino 2008 la medaglia d'oro alle Olimpiadi
Tiro a volo, Orlando va all'Europeo in Croazia
di ENZO FONTANAROSA

MATERA - Più che una gara, quella di domenica scorsa è stata una occasione per fare un po’ di allenamento. A Virginia Orlando, la campionessa montalbanese di skeet, partecipare alla quarta prova del campionato regionale di tiro a volo è servito, in pratica, soprattutto per esercitarsi. Sul poligono dell’associazione sportiva dilettantistica Tav Ferrandina, società della quale la brava tiratrice è sicuramente la punta di diamante, quella della Orlando è stata una presenza di prestigio. La giovanissima campionessa (compirà 17 anni a dicembre) è salita sul gradino più alto a San Marino, nella quarta prova della Coppa del Mondo. È giunta prima nella categoria MQS (Minimum Query Score), quella nella quale gareggiano, appunto, i giovani che devono acquisire esperienza in campo internazionale.

Nella piccola repubblica del Titano, Virginia si è imposta centrando 61 piattelli su 75. Un risultato che l’ha messa in evidenza al punto che il commissario tecnico della maggiore nazionale di tiro a volo, Francesco Sazi, ha deciso di convocare la giovane lucana per gli europei che si svolgeranno in Croazia dal 12 al 25 luglio prossimi. Un’occasione d’oro per la Orlando che sta percorrendo una magnifica e in continua ascesa carriera in uno sport la cui passione le è stata trasmessa da suo padre Maurizio Orlando.

«Sono molto contenta per i risultati ottenuti a San Marino - dice Virginia - soprattutto in considerazione del fatto che era una competizione parecchio difficile. Nella classifica generale, sono arrivata seconda tra le italiane, a pari merito con Cristina Vitali». Con grande umiltà, e con quel pizzico d’ingenuità della sua giovane età, non enfatizza un particolare. Quello, cioè, di essersi piazzata alle spalle di Chiara Cainero, la prima donna nella storia del tiro a volo a conquistare la medaglia d'oro alle Olimpiadi (a Pechino, il 14 agosto 2008, nella XXIX edizione dei Giochi).

A Ferrandina, dicevamo, Virginia ha approfittato per allenarsi. Soddisfatta. «Sinceramente no - afferma schietta - perché forse non ero in giornata e la pioggia non mi ha molto incoraggiata. Non ci ho messo impegno perché non era una gara alla quale partecipavo con agonismo ma per testarmi». Diciamo anche che ancora non ha smaltito la stanchezza per la recente Coppa del Mondo. In vista degli europei, intanto, potrà mettersi alla prova nella gara nazionale in programma domenica a Lonato (Brescia) dove sparerà non nella sua categoria, cioè Juniores, ma in quella Lady.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione