Cerca

Lecce, ecco Mesbah l’algerino a un passo

A giorni sarà ufficializzato l'ingaggio del ventitreenne centrocampista del Lucerna. L’accordo con il club svizzero è a buon punto. L’algerino, che lo scorso anno ha giocato con l’Avellino in serie B, verrà in Puglia a titolo definitivo per una cifra che si aggira intorno ai 300mila euro. Un ottimo rapporto costo-qualità, perchè questo viene considerato un acquisto di prospettiva
• Barba e il Gallipoli, un quiz
Lecce, ecco Mesbah l’algerino a un passo
di Massimo Barbano

LECCE - Il Lecce è ormai vicino all’acquisto di Djamel Mesbah, il ventitreenne centrocampista del Lucerna che a giorni sarà ufficializzato. L’accordo con il club svizzero è a buon punto. L’algerino, che lo scorso anno ha giocato con l’Avellino in serie B, verrà a Lecce a titolo definitivo per una cifra che si aggira intorno ai 300mila euro. Un ottimo rapporto costo-qualità, perchè questo viene considerato un acquisto di prospettiva, un giocatore emergente che ancora ha grossi margini di miglioramento.

Poi si dovrà pensare all’attacco, dove sono in stand by molti nomi, a cominciare dalla punta della primavera romanista D’Alessandro, al marocchino Rachid Arma della Spal, classe 1985 e al ghanese nazionalizato francese Pierre Allan Baclet, classe 1986, dell’Arezzo.

Ma, come detto, il mercato è in stand by, perchè non si muoverà una foglia se prima non si cederanno i giocatori in esubero. Una condizione che imposta dallo stesso regolamento della serie B che prevede un tetto di 19 giocatori della rosa con eccezioni soltanto per i ragazzi cresciuti nel proprio vivaio e per i giovani dalla classe 1988 in su.

E, in una situazione di generale crisi di liquidità (le transazioni della serie B sono completamente ferme, ma anche la A non fa follie), il rischio è quello di non riuscire a rientrare nel tetto dei 19. Se dovesse verificarsi una simile evenienza, ci si troverebbe di fronte ad una situazione paradossale, e cioè dover tenere a carico dei giocatori, ma non poterli utilizzare.

Per questo la priorità di questa prima fase del mercato saranno le cessioni. Ieri si è perfezionata quella di Zanchetta, ceduto a costo zero alla Cremonese. Un accordo già raggiunto da tempo con il club lombardo, ma congelato per il mancato accordo della Cremonese con il calciatore per il nodo relativo alla durata del contratto. Ieri è arrivata la firma di un triennale che ha convinto l’ex capitano del Lecce ad accettare l’offerta della Cremonese.

Quella di Zanchetta è la seconda cessione (dopo quella di Tiribocchi all’Atalanta) operata dal Lecce sul mercato. Ma ne dovranno seguire molte altre. Con le valigie pronte sono principalmente quei giocatori che hanno un contratto oneroso. Nelle ultime ore si è registrato un interessamento del Livorno per Caserta e Ariatti (per quest’ultimo si era parlato anche del Bologna ma la voce non ha avuto seguito). Per ora solo richieste di informazioni senza una offerta. Lo stesso dicasi per il portiere Benussi per il quale si era mossa l’Atalanta e, da ultimo anche il Padova.

Un’offerta concreta c’è stata invece per Diamoutene. Ma il Lecce non l’ha ritenuta congrua, pertanto ha declinato i due milioni di euro messi sul piatto dal Sochaux. Si pensa di poter ricvare qualcosa in più dalla vendita del nazionale del Mali e per questo si aspetta. Il Sochaux, però, non ha rilanciato, nè si è più fatto sentire il Paris Saint Germain che in un primo momento aveva chiesto informazioni.

Sul piede di partenza anche Edinho, ma il Napoli non ha dato seguito ad una semplice richiesta informativa, mentre si attendono le mosse del Bari per l’argentino Castillo.

SETTORE GIOVANILE - Si attende una vera e propria rivoluzione nel settore giovanile del Lecce che sarà ufficializzata oggi. Di certo ci sarà il cambio della guardia del primo responsabile. Vincenzo Minguzzi lascerà il posto a Roberto Alberti, già osservatore del Lecce. Cambi anche per quanto riguarda le panchine dei vari settori. Si parla di nuovi nomi come quello di Claudio Luperto e di Davide Casciaro, quest’ultimo attualmente nella Virtus Casarano. Non dovrebbe cambiare invece l’allenatore della Primavera Lorenzo Rubinacci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400