Cerca

Ventura chiede la punta da 20 gol

Il manifesto del nuovo tecnico del Bari calcio, presentato oggi alla stampa: «Si deve produrre, ovvero fare risultati sportivi sul campo ed economici per la società. L’obiettivo per il nostro torneo di A è dare continuità ad un modo di giocare che era già da me interpretato al Pisa, ma al di là di questo si deve dare possibilità al gruppo di ritagliarsi spazio in un campionato importantissimo»
• Mercato: quasi fatta per Allegretti
Ventura chiede la punta da 20 gol
BARI – «Si deve produrre, ovvero risultati sportivi, sul campo di gioco e dal punto di vista economico per la società. Questo è l’obiettivo in un campionato di serie A: dare continuità ad un modo di giocare che era già da me interpretato al Pisa ma al di là di questo si deve dare possibilità al gruppo di ritagliarsi spazi importante in un campionato importantissimo». Lo ha detto Gianpiero Ventura, nuovo tecnico del Bari, nel giorno della presentazione del suo incarico al club pugliese.

Ventura, tecnico del Bari«La mia esperienza dice che quando si vince un campionato e ne ho vinti 6 e persi 4 per un punto, si porta un bagaglio di entusiasmo e mentalità vincente, voglia di mettersi in discussione. Un bagaglio che il Bari ha ed è un vantaggio rispetto alle altre squadre. Questi giocatori hanno voglia di dimostrare di essere entrati nella porta principale, credo che si deve ripartire da quel nucleo. Il mio entusiasmo è dettato non dall’essere tornato in serie A ma dalla convinzione, mia e assoluta, che ci sono i presupposti per far bene. Ho parlato con la società, con Perinetti ma soprattutto con Matarrese che mi ha coinvolto sul piano dell’entusiasmo».

Ventura, tecnico del Bari«Sono arrivato al mio ventisettesimo anno di calcio professionistico, ho superato le 800 panchine. Alleno per libidine, per sentirmi dire dai miei calciatori che con i miei schemi si divertono». Il tecnico genovese si è detto «onorato di rappresentare una città e una società – ha detto – così prestigiose e una grande tifoseria, come l’ho ammirata negli ultimi mesi dello scorso campionato». Queste le sue prime richieste: «L'organico va integrato con qualità e innesti di fisicità. Per l’attacco? Diciamo un bomber da venti gol...». 


Ventura, tecnico del BariMATARRESE: «BASTA DISAVVENTURE» - «La società è anche un pò stanca di tante disavventure che sono successe in questi giorni. Dalla gioia della promozione, per aver vinto il campionato brillantemente, si è passati all’amarezza dovuta ad incomprensioni». Lo ha detto Vincenzo Matarrese, presidente del Bari, nel giorno della presentazione di Ventura: «Oggi si torna a gioire con la presentazione del nuovo allenatore che guiderà la squadra. Non deve essere una giornata triste – spiega il numero 1 del Bari – poiché riteniamo, grazie al lavoro del dirigente Perinetti, l’allenatore che presentiamo, Ventura, non ha bisogno di presentazioni. Un tecnico che ha fatto molto in carriera, ha esperienza. Auguro a lui di poter dare alla città ed alla tifoseria la gioia che abbiamo vissuto nell’ultimo campionato con la vittoria di un campionato bellissimo». (le foto sono di Luca Turi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400