Cerca

Graziano sfiora il podio  ai Mondiali di karate

Il giovane campioncino di Nova Siri è giunto quarto in Ucraina. «Una delle cose più belle - ricorda Rocco Graziano - è stata la maestosa apertura dei giochi, la sfilata delle formazioni, l’inno nazionale e gli spettacoli proposti per l’inaugurazione. In questo sport dove non ci sono soldi ma solo sacrifici ci rende felici anche solo vestire i colori del proprio Paese per gareggiare e cercare di primeggiare contro tante altre Nazioni. Sono soddisfazioni a dir poco incredibili»
Graziano sfiora il podio  ai Mondiali di karate
di PINO ACCIARDI

NOVA SIRI - È ritornato a casa con un bagaglio di esperienza e anche tanta gioia per essere giunto quarto insieme con la squadra, in questa difficile competizione Rocco Graziano. Per un solo decimo di punto il già campione del mondo è stato escluso dalla finale, il punteggio di 21,7 conquistato non è bastato per entrare in zona podio e quindi in medaglia. Le cinquanta compagini arrivate in Ucraina per disputare questo campionato del Mondo erano molto agguerrite e vogliose di conquistare l'ambito trofeo. Ha vinto la squadra brasiliana che ha regolato, in finale, la Romania giunta seconda e l’Ucraina terza. 

Rocco Graziano insieme con Giovanni Acconcia di Pescara, Valerio Ciccarelli di Rimini, Alessandro Vadruccio di Lecce e Alan Sbardella di Sora hanno fatto il possibile per ben figurare e ci sono riusciti impressionando i propri dirigenti e anche i tanti tecnici presenti. L’ottima prestazione sui tatami di Odessa è stata esaltata dalla Federazione Italiana che ha ringraziato la delegazione Aks Italia e i suoi atleti per il risultato ottenuto. Una delle cose più belle - ricorda Graziano - è stata la maestosa apertura dei giochi, la sfilata delle formazioni, l’inno nazionale e gli spettacoli proposti per l’inaugurazione. Subito dopo è iniziato il momento sportivo e le gare di katà e kumite, totalmente riprese e trasmesse da Eurosport. In questo sport dove non ci sono soldi ma solo sacrifici ci rende felici anche solo vestire i colori del proprio Paese per gareggiare e cercare di primeggiare contro tante altre Nazioni. Sono soddisfazioni a dir poco incredibili».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400