Cerca

C’è l’intesa per Cacia ma resterà a Lecce?

In extremis il club giallorosso riesce ad evitare le buste rinnovando con il Piacenza la compartecipazione dell’attaccante. Questo però non garantisce completamente sul fatto che Cacia continuerà a restare in Salento. Potrebbe avere qualche chanche di giocare in squadre di serie A. Ad interessarsi erano stati il Cagliari e il Chievo Verona. Papadopoulos a Zagabria. Scambio Benussi-Defendi, si tratta
C’è l’intesa per Cacia ma resterà a Lecce?
di Massimo Barbano

LECCE - Si riparte da Cacia. In extremis il Lecce riesce ad evitare le buste rinnovando con il Piacenza la compartecipazione dell’attaccante. Stesso discorso per quanto riguarda Tulli. Entrambi, quindi, resteranno nelle squadre dove hanno giocato l’anno scorso, Cacia nel Lecce, Tulli nel Piacenza. Questo però non garantisce completamente sul fatto che Cacia continuerà a vestire la maglia del Lecce. Bisognerà verificare quali sono le intenzioni del giocatore che potrebbe avere qualche chanche di giocare in squadre di serie A. Se, infatti, Cacia non avesse le sufficienti motivazioni per rimettersi in discussione con il Lecce In questo caso, il Lecce potrebbe anche vendere la propria metà. Ad interessarsi a Cacia erano stati nei giorni scorsi il Cagliari e il Chievo Verona.

Ma la giornata delle comproprietà è servita anche a far tornare alla base tre giocatori che potrebbero risultare utili in serie B. Con impegno economico complessivo di circa 150mila euro, il Lecce ha riscattato l’attaccante Cozzolino dalla Cremonese, il centrocampista Romeo dal Varese e il centrocampista Vicedomini dalla Juve Stabia. Ora si dovrà valutare se questi tre rientri possono essere integrati nella rosa del prossimo anno oppure se saranno ulteriormente girati in prestito. Tra questi quello che potrebbe avere maggiori chanche di restare è Cozzolino, un attaccante ventiquattrenne sul quale, quando fu preso nel 2005 dal Lecce si nutrivano grosse speranze su di lui. Poi fu risucchiato da una fase poco felice della squadra e finì in prestito in serie C. L’anno scorso ha fatto un buon campionato nel Potenza, dove nonostante le vicissitudini della squadra che ha concluso l’annata con la retrocessione, ha segnato sette reti.

Il Lecce perderà invece i centrocampisti Di Silvestro e Giorgino, che andranno rispettivamente al Monza e al Taranto e l’attaccante Mattioli che andrà al Foggia. Per tutti e tre, in mancanza di un accordo, si è andati alle buste, ma il Lecce ha messo zero e quindi li perderà tutti e tre. Ed ora, risolte le comproprietà, da lunedì inizierà la vera e propria campagna acquisti e, naturalmente cessioni. Il primo a partire dovrebbe essere Zanchetta che sta per trovare l’accordo con la Cremonese. Ma il grosso del mercato del Lecce girerà intorno alla cessione di Esposito per il quale negli ultimi giorni si è fatta viva anche la Juventus.

Quanto agli arrivi, sempre la prossima settimana potrebbe essere la volta dell’esterno del Bellinzona Mesbah, un algerino che l’anno scorso ha giocato in serie B con l’Avellino.Dalla Roma potrebbero giungere l’attaccante della Primavera D’Alessandro e l’esterno Cerci, entrambi in prestito, indipendentemente da quella che sarà la destinazione di Esposito, ma il grosso colpo sarebbe l’acquisto dell’attaccante dell’Albinoleffe Cellini, sul quale c’è una lotta fra Lecce e Torino. Intanto l’attaccante greco Papadopoulos si è accasato con la Dinamo di Zagabria e con un contratto davvero ragguardevole: biennale da due milioni e mezzo di euro all’anno più un bonus legato ai risultati.
Possibili partenti anche Edinho e Ariatti, ma per ora non ci sono richieste concrete. Per il portiere Benussi, invece, potrebbe profilarsi uno scambio con l’Atalanta che cederebbe l’attaccante Defendi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400