Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 08:46

Lecce, il nuovo corso incomincia da Munari

Come anticipato dalla Gazzetta, il club salentino (serie B di calcio) ha rinnovato con il Palermo la compartecipazione del centrocampista. In serata Lecce e Piacenza si sono accordate per le comproprietà di Daniele Cacia ed Alessandro Tulli. L'attaccante calabrese anche per la prossima stagione vestirà la maglia giallorossa, mentre Tulli resterà a Piacenza. Risolte in favore dei giallorossi anche le comproprietà di  Cozzolino (Cremonese), Romeo (Varese) e Vicedomini (Juve  Stabia); si ricorrerà alle buste per Di Silvestro (Monza),  Mattioli (Foggia) e Giorgino (Taranto)
• Gallipoli, Barba valuta l'offerta campana
Lecce, il nuovo corso incomincia da Munari
di Massimo Barbano

LECCE - Come anticipato nei giorni scorsi dalla Gazzetta, il Lecce ha rinnovato con il Palermo la compartecipazione del centrocampista Gianni Munari.

Ieri è stato messo nero su bianco l’accordo che era stato già raggiunto nei giorni scorsi. Il rinnovo comporta automaticamente che il calciatore rimanga per un altro anno nella società dove aveva giocato l’anno precedente, quindi resterà a Lecce. Si può dire quindi che questo sia il primo «acquisto» del Lecce, un acquisto importante, perché in serie B le doti di rapidità e progressione del centrocampista modenese possono fare la differenza. Poi, considerato che Munari viene fuori da un grave infortunio al ginocchio, è improbabile che venga girato ad altre società anche se nel corso del campionato c’era stato l’interessamento di qualche club di serie A come il Catania.

E intanto scocca l’ora delle comproprietà. C’è tempo a cora fino alle 19 di questa sera per trovare un accordo, altrimenti si andrà alle buste con il Piacenza per la definizione delle compartecipazioni degli attaccanti Cacia e Tulli. L’incontro avuto ieri fra le rispettive dirigenze non ha avuto un esito positivo. Si continua a parlare, ma la sensazione è che sarà inevitabile il ricorso alle buste.

L’intenzione del Lecce è quella di riscattare Cacia, ma al momento la situazione è fortemente incerta, perché non è scontato che, anche in caso di riscatto, Cacia resti a Lecce. Sulle sue tracce ci sono infatti alcuni club di serie A come Cagliari e Chievo.

All’esito delle comproprietà andrà poi modulata la vera e propria campagna acquisti che inizierà nei primi giorni della prossima settimana. Il settore prioritariamente da rafforzare, anzi, da rifondare, è quello dell’attacco, che, se si dovesse perdere Cacia, resterebbe quasi del tutto sguarnito. L’unico ancora contrattualizzato è l’argentino Nacho Castillo, ma anche lui potrebbe fare le valigie. Sulle sue tracce c’è il Chievo, ma non è escluso che se Ventura dovesse assumere la guida della panchina del Bari, l’argentino potrebbe seguire il suo vecchio maestro dei tempi del Pisa e indossare la maglia biancorossa.

Intanto l’Atalanta, che ha acquistato dal Lecce Tiribocchi per due milioni e 800mila euro, bussa nuovamente alle porte del club di Via dei Templari per avere il portiere Benussi. La quotazione dell’estremo difensore giallorosso si aggira intorno ad un milione e 200mila euro, ma al momento non è stata fatta ancora una offerta ufficiale.

Un’altra richiesta è giunta invece dal Livorno per Caserta. Un giocatore che il Lecce potrebbe cedere per liberarsi di un ingaggio piuttosto oneroso (550mila euro annui), ma che non vorrà sicuramente svendere. Una soglia minima per intavolare una trattativa non può quindi scendere sotto i due milioni e mezzo di euro, la cifra che fu pagata dal Lecce l’anno scorso al Palermo per assicurarsi le prestazioni sportive del centrocampista.

Intanto si allungano i tempi per la cessione di Zanchetta alla Cremonese. Dopo il nullaosta del Lecce per il trasferimento del suo ex capitano a titolo definitivo, sono sorti problemi circa la durata del contratto che la società lombarda dovrebbe stipulare con il giocatore. Tutto è fermo, quindi, in attesa di un accordo.

La prossima settimana dovranno anche essere sciolti i nodi relativi alle cessioni di Edinho (Napoli o Fiorentina), Esposito (Roma o Fiorentina) e Ariatti (Bologna).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione