Cerca

Giochi del Mediterraneo Dellino: «Volevo l'oro»

di G. FLAVIO CAMPANELLA
Il 27enne barese è contento, ma non troppo. Ha conquistato l'argento nella gara di di sollevamento pesi, categoria 56 kg. Lo ha preceduto il tunisino El Mauoi. «Mi consolo con l'aver superato il mio limite nello slancio: 140 contro 138 kg». E ora si prepara per il Mondiale in Sudcorea di novembre. Il leccese Greco ottavo nei 69 kg. Stesso piazzamento per Sena nel tiro a segno
• Gli azzurri in gara lunedì 29 giugno
• Oggi: quattro argenti nel canottaggio
• Trionfi di Filippi e Segat nel nuoto
• Ieri: quattro ori su cinque in piscina
• Venerdì 26: anche Minguzzi argento
• I pugliesi ai Giochi del Mediterraneo 2009
• Guglielmi dovrebbe darci una medaglia
Giochi del Mediterraneo Dellino: «Volevo l'oro»
di G. FLAVIO CAMPANELLA

BARI - Vito Dellino, barese di ventisette anni, è contento, ma non troppo. Ai Giochi del Mediterraneo di Pescara ha vinto ieri l'argento nella gara di sollevamento pesi categoria 56 chilogrammi. «Sì, lo ammetto - dice - speravo nell'oro, ma lui è stato più bravo». Lui è il tunisino El Mauoi, che nella finale ha alzato 145 chili nello slancio, cinque in più del pugliese. «Sapevo fosse un avversario da temere. Infatti non sono riuscito a superarlo. Comunque, mi consolo con il fatto che sto progredendo sempre di più. Il mio precedente limite era di 138 chili. Proseguo così fiducioso in vista dei prossimi impegni».

Reduce, dall'Europeo in Romania (in aprile a Bucarest), dove ha conquistato l'oro nello slancio e l'argento nel totale (mai nessun italiano era riuscito in questa impresa), Dellino, prluricampione italiano, guarda adesso al campionato mondiale che si terrà dal 17 al 27 novembre a Goyang City, in Corea del Sud. Fra cinque mesi ci saranno non solo gli avversari del bacino del Mediterraneo, ma anche tutti gli asiatici. «Dovrò vedermela con cinesi, vietnamiti e coreani. Speriamo di far punti».

In effetti, il piazzamento al Mondiale, varrà anche per le qualificazioni all'Olimpiade di Londra del 2012. Il minimo sarà entrare tra le venticinque nazioni che parteciperanno ai Giochi. «Personalmente, però, spero di arrivare a ridosso dei primi per poter disputare la gara olimpica nel gruppo A». Nel 2008 a Pechino l'atleta dell'Esercito Dellino ha dovuto accontenatrsi della finale B.

Intanto, oggi, il leccese Emanuele Greco, 22 anni il prossimo 12 agosto, è arrivato ottavo, sia nello strappo (121 chili) sia nello slancio (150 chili) nella categoria 69 chilogrammi. 

Stesso piazzamento (ottava) nel tiro a segno per Sabrina Sena nella finale della carabina femminile 3 posizioni. La ventiquattrenne tiratrice di Candela (Foggia)  ha chiuso con 666,7 punti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400