Cerca

Karate, Graziano da Nova Siri  in Ucraina ai campionati mondiali

Sono sei gli atleti provenienti da ogni parte d’Italia che insieme allo staff formato da nove dirigenti resteranno fino al 22 giugno a Odessa per cercare di portare a casa il titolo mondiale. Combatteranno contro atleti provenienti da cinquanta Nazioni. La concorrenza è molto agguerrita e non sarà facile uscirne vincitore. E per di più si affronteranno nella specialità di katà nelle categorie juniores e senior unificate
Karate, Graziano da Nova Siri  in Ucraina ai campionati mondiali
di PINO ACCIARDI

NOVA SIRI - È volato in Ucraina per difendere i colori della Nazionale italiana Rocco Graziano. Sono sei gli atleti provenienti da ogni parte d’Italia che insieme allo staff formato da nove dirigenti resteranno fino al 22 giugno a Odessa per cercare di portare a casa il titolo mondiale. Combatteranno contro atleti provenienti da cinquanta Nazioni. La concorrenza è molto agguerrita e non sarà facile uscirne vincitore. E per di più si affronteranno nella specialità di katà nelle categorie juniores e senior unificate. «È una responsabilità notevole, non nascondo che l’emozione è tanta - ci ha confidato Graziano prima di partire -. Dfendere i colori della nostra Nazione, e per giunta, per la prima volta è impegnativo e fantastico nello stesso tempo. Ma siamo fiduciosi, poichè ci siamo allenati in molte sedute insieme con i nuovi compagni e abbiamo misurato la nostra potenzialità, siamo sicuri di poter fare molto bene. Si dimena fin da piccolo tra le palestre, prima a Nova Siri e poi a Ginosa nella scuderia di Nunzio Colella». All’età di 16 anni ha iniziato a disputare incontri a livello agonistico raccogliendo i primi importanti successi. Adesso nella Nazionale Italiana per vivere il suo momento magico. Prima campione europeo, poi campione mondiale, ora il campionato mondiale a squadre. Cintura nera secondo dan Rocco Graziano è il portabandiera non solo della rappresentativa italiana ma anche di tutto il paese jonico. Sono tanti i riconoscimenti e gli elogi raccolti anche a livello locale. È un sogno davvero irripetibile per un ragazzo appena diciottenne che alterna gli studi liceali con questo sport alquanto singolare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400