Cerca

Bari stringe su Buscé  fatta Obodo-Barreto

di FABRIZIO NITTI
Il ritiro scatterà fra poco più di venti giorni e il Bari che affronterà la serie A va rimodellato se non ricostruito, la serie B stravinta resta un capitolo a parte. Conte, giustamente, si aspetta di cominciare il lavoro puntando su una solida base, fermo restando che l’organico, magari, potrà essere completato nei mesi estivi. La prossima, insomma, sarà la settimana decisiva per capire che tipo di Bari sarà, quale sarà il budget affidato a Perinetti per muoversi sul mercato
Bari stringe su Buscé  fatta Obodo-Barreto
di FABRIZIO NITTI
BARI - Mercato in evoluzione, ma «annunci» da fare ancora zero. Giorgio Perinetti, da ieri a Milano, continua a sondare e trattare, in attesa che il presidente Matarrese arrivi oggi per dare il via libera ad alcune operazioni da tempo in sospeso. In più, nel corso della prossima settimana è previsto un summit operativo a Bari fra il direttore sportivo e il presidente al fine di puntellare le strategie di mercato. Il ritiro scatterà fra poco più di venti giorni e il Bari che affronterà la serie A va rimodellato se non ricostruito, la serie B stravinta resta un capitolo a parte. Conte, giustamente, si aspetta di cominciare il lavoro puntando su una solida base, fermo restando che l’organico, magari, potrà essere completato nei mesi estivi. 

La prossima, insomma, sarà la settimana decisiva per capire che tipo di Bari sarà, quale sarà il budget affidato a Perinetti per muoversi sul mercato. Ieri, intanto, il direttore sportivo ha ulteriormente stretto i contatti con i dirigenti dell’Udinese, con i quali si è trattenuto fino a sera inoltrata. Non c’è ancora la fumata bianca per il ritorno di Barreto in Puglia (il brasiliano è rientrato all’Udinese per fine prestito) e l’arrivo in prestito di Obodo, ma l’operazione sembra destinata a finire positivamente. Per Barreto si parla di un nuovo prestito con diritto di riscatto della comproprietà, mentre il centrocampista nigeriano arriverebbe in prestito. L’accordo c’è, non dovrebbero esserci problemi, oggi potrebbe arrivare la firma dei due. Difficile che si possa chiudere anche per Pinzi e Ferronetti (il tecnico friulano Marino non vuole mollarlo), più probabile invece che Langella diventi un giocatore del Bari. L’esterno offensivo napoletano interessa in modo particolare, soprattutto sembra possedere le caratteristiche giuste per inserirsi nel modulo di Conte. L’Udinese non vuole trattenere il giocatore e sarebbe disposta ad arrivare ad un accordo. 

Oggi, comunque, potrebbe subire un’accelerata anche la trattativa per Buscé. Il giocatore è in pratica stato messo sul mercato dalla dirigenza empolese, intenzionata a ridimensionare i costi dopo la mancata promozione in serie A. Dalla Toscana, assieme a Buscè, partiranno anche altri pezzi da «novanta» quali Vannucchi, Saudati, Moro e Pozzi, quest’ul - timo attaccante scuola Milan che si è ben disimpegnato nel corso della stagione. Ma le attenzioni di Perinetti sono puntate sul capitano empolese, uomo di fascia a tutti gli effetti, in grado pure di garantire la necessaria esperienza ad un Bari che si riaffaccia in A dopo tanti anni. Dal Sudamerica, intanto, segnalavano un forte interessamento del Bari per il difensore uruguaiano dell’Independiente Guillermo Rodriguez, classe 1984. Rodriguez, passato agli onori delle cronache anche per aver preso per il collo un segnalinee in un eccesso di proteste nel corso del derby contro il Boca Juniors, pare comunque non ricadere nella sfera di interesse del club biancorosso. È uno dei giocatori che il Bari ha però visionato in una delle tante puntate dall’altra parte del mondo. 

A proposito di difensori: in bilico il trasferimento di Diamoutene in Francia, a questo punto potrebbe riaprirsi riapre la pista barese. Resta sempre sotto controllo la situazione Maccarone. Il Bari è alla finestra, in attesa di conoscere l’evoluzione del rapporto fra l’at - taccante e il Siena: la conferma o meno di Giampaolo sulla panchina toscana potrebbe dare la definitiva stura al trasferimento del giocatore. Ma al capitolo punte potrebbe aggiungersi anche il palermitano Succi, inseguito l’anno scorso quando era al Ravenna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400