Cerca

Potenza, mercato senza  «freni» preso anche Frezza

di SANDRO MAIORELLA
«IL presidente Postiglione è stato molto tempestivo. Quindici giorni fa abbiamo trovato l’accordo e oggi abbiamo siglato il contratto. Per noi la parola data è più di un semplice impegno». Insomma l’operazione Frezza parte da lontano, immediatamente dopo l’insediamento di mister Capuano
• Obiettivo Aprea per la porta, in difesa c’è anche Farina
Potenza, mercato senza  «freni» preso anche Frezza
di SANDRO MAIORELLA

POTENZA - È arrivò anche il giorno di Giammarco Frezza. Da ieri pomeriggio l’esterno romano, ex Cavese, è ufficialmente un giocatore del Potenza. Ad attenderlo nella sede di rappresentanza del club all’interno dello stadio Viviani per la firma del contratto (annuale) oltre a patron Postiglione ed il suo staff, una ventina di tifosi rossoblù (la notizia del suo arrivo nel capoluogo era trapelata da diversi giorni) che sfidando il caldo torrido di queste ore, hanno voluto dare il proprio benvenuto al giocatore. «Sono felicissimo - ha esordito Postiglione dopo la sigla del contratto - di aver concluso questa operazione che ci permette di mettere un tassello importante nel nostro mosaico. Stiamo procedendo come da programmi nella costruzione di una squadra che possa dire la sua al di là della categoria di appartenenza». C’è grande soddisfazione nelle parole di Postiglione che guarda con orgoglio il nuovo arrivato. «Il suo curriculum parla chiaro - ha continuato. È un elemento di primissimo piano che tante squadre, anche di categoria superiore, hanno inseguito in questi giorni. Ringrazio Frezza e l’avvocato Grimaldi che hanno mantenuto fede all’accordo che abbiamo raggiunto nonostante l’enorme numero di richieste che il giocatore ha ricevuto in questi giorni. È il segnale di aver preso un giocatore completo tecnicamente e tatticamente ma soprattutto un uomo vero». Fondamentale per chiudere positivamente l’operazione è stata la tempistica come sottolinea Mariano Grimaldi, procuratore di Freazza. «IL presidente Postiglione è stato molto tempestivo. Quindici giorni fa abbiamo trovato l’accordo e oggi abbiamo siglato il contratto. Per noi la parola data è più di un semplice impegno». Insomma l’operazione Frezza parte da lontano, immediatamente dopo l’insediamento di mister Capuano che lo ha segnalato come elemento indispensabile per il suo progetto tattico. Del resto i numeri legati a Frezza parlano chiaro: un campionato di serie A con il Torino (8 presenze, un gol) otto stagioni di serie B (145 presenza con tre gol) nove campionati di C1 (214 presenze complessive con 19 reti). Tanta esperienza ma anche un fisico integro come dimostrato la scorsa stagione a Cava dei Tirreni quando si è rivelato punto di riferimento del centrocampo campano. A 33 anni suonati, ne compirà 34 a settembre, Frezza è pronto a dare il suo contributo al Potenza. «Non ci ho pensato due volte - ha spiegato - ad accettare l’offerta del Potenza. In un momento così difficile come quello che sta attraversando il mondo del calcio un progetto come quello del Potenza è sicuramente una grande occasione al di là della categoria». Per Frezza non sarebbe un problema ripartire dalla Seconda Divisione. «La piazza è calda - ha concluso - c’è voglia di ritrovare il calcio che conta, noi dobbiamo solo lavorare serenamente e metterci impegno ed entusiasmo. La squadra? Il presidente sta facendo grandi cose. Ne abbiamo parlato con Aquino. Alfano? Spero di parlarne anche con lui». Anche i tifosi lo sperano se arrivasse anche Alfano sarebbe proprio un centrocampo super.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400