Cerca

Barba-Giannini forse ci siamo

Si vedranno in queste ore e sarà per dirsi addio o per confermare il legame. Dal presidente sono venuti segnali di distensione nei confronti del tecnico, autore della storica promozione in serie B di calcio del Gallipoli e tutto quindi fa presagire la conferma dell’allenatore romano anche quest’anno. «Molto spesso però quando ci sono segnali di apertura vuol dire invece tutto l’opposto»
Barba-Giannini forse ci siamo
di Roberto Cataldi

GALLIPOLI - Si vedranno in queste ore e sarà per dirsi addio o per confermare il legame. Dal presidente Barba sono venuti segnali di distensione nei confronti di Giannini, autore della storica promozione in serie B della compagine salentina e tutto quindi fa presagire la conferma dell’allenatore romano alla guida della squadra gallipolina anche quest’anno. «Molto spesso però nel calcio quando ci sono segnali di apertura vuol dire invece tutto l’opposto - dice con molto realismo Giannini».

Barba però è un presidente sanguigno che non ama fare molta pretattica e quasi sempre invece tende a rompere i tragicomici meccanismi del calcio italiano. Le probabilità che Giannini rimanga sulla panchina giallorossa ultimamente sembrano essere in aumento, ma bisognerebbe entrare nella testa di Barba per capire cosa riserva realmente il futuro. Una cosa comunque è certa. L’allenatore romano quest’anno ha dimostrato di avere tutti i numeri per guidare una squadra ad alti livelli, sia dal punto di vista tecnico che umano e quindi potrebbe guidare la formazione giallorossa anche in B. «C'è tanta stima sia nei confronti del presidente - continua mister Giannini - che anche della città dove mi sono trovato benissimo. Farebbe piacere restare a Gallipoli anche quest’anno ma sappiamo che nel calcio può accadere di tutto. Da parte mia c'è tutta la volontà di restare nel Salento».

Sulle tracce di Giannini ci sono altre squadre, qualcuna anche di B. «Ho detto che prima di intavolare qualsiasi altra trattativa avrei dovuto chiarire il mio rapporto con il Gallipoli - conclude Giannini - perchè con questa società c'è un rapporto preferenziale. Mi ha fatto arrivare alle cronache nazionali e quindi devo un po' di riconoscenza. Per cui fino ad ora non ho altre trattative in corso e solo dopo avere chiarito il mio futuro con il Gallipoli vedrò cosa fare per l’anno prossimo».

Quasi fatta, infine, per il difensore Panarelli del Sorrento. Per quanto riguarda il problema stadio ieri mattina c'è stata la disponibilità di un terreno all’ingresso di Gallipoli da parte della famiglia Coppola che potrebbe essere utilizzato per realizzare la struttura. La grandezza e l’ubicazione del terreno a prima vista sembrerebbero idonei a costruire lo stadio e potrebbero dare una svolta positiva a quello che sta diventando il vero principale problema del Gallipoli targato serie B.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400