Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 14:52

Libertas Foggia, Verile è il nuovo presidente

Chi si era convinto che le difficoltà economiche con cui era terminata la scorsa stagione annunciassero la fine del ciclo legato alla gestione di Di Carlo, deve ricredersi. La dirigenza, che ha portato la pallacanestro maschile del capoluogo dauno dalla C2 alla B Dilettanti, non lascia ma rilancia il suo impegno. Con un nuovo assetto societario, deciso ieri mattina in una riunione. Il club punta in alto, se possibile alla A
di Raffaele Fiorella

FOGGIA - Chi si era convinto che le difficoltà economiche con cui era terminata la scorsa stagione della Libertas Foggia annunciassero la fine del ciclo legato alla gestione di Pino Di Carlo, deve necessariamente ricredersi. 

La dirigenza che ha portato la pallacanestro del capoluogo dauno dalla C2 alla B2 di basket maschile non lascia ma rilancia il suo impegno. Con un nuovo assetto societario, deciso ieri mattina in una riunione. Al vertice del sodalizio subentra, nelle vesti di presidente Mimmo Verile. Di Carlo, che già nella fase conclusiva del campionato scorso aveva espresso l’intenzione di continuare a finanziare la gestione del club ma da una posizione più defilata, può da ora essere definito patron. 

L’organigramma si completa con Nunzio Caccavo, vicepresidente, Raffaele Poliseno, team manager, e Saverio Padalino, direttore sportivo e dirigente responsabile. Verile, 67 anni, sindaco della città nei primi anni ‘90 e eletto (manca solo l’ufficialità) al nuovo consiglio comunale nelle fila del Pdl, è stato giocatore della Libertas, del Dopolavoro ferroviario e della Cestistica Foggia che militò in A, oltre che presidente del Gs Basket: «Ho accettato l’incarico con entusiasmo. Questi dirigenti finora hanno lavorato egregiamente. Ora tocca alla città, specie alle sue forze imprenditoriali, dare loro una mano. A Palazzo di Città mi batterò per il bene del basket e di tutti gli altri sport. L’obiettivo primario dev’essere la realizzazione di un palasport polifunzionale. Le palestre Russo e Preziuso hanno ormai fatto il loro tempo». 

Con il riassetto societario è partita la programmazione della seconda stagione della Libertas nel campionato di B dilettanti. Prossimi passi cercare di allargare la base societaria e trovare lo sponsor principale (poco probabile che prosegua il legame con Zulli Ceramiche). Definito il budget, si procederà con la composizione di staff tecnico e squadra. L’obiettivo minimo è migliorare l’ottavo posto play off ottenuto quest’anno. Domani, intanto, è in programma a Napoli un consiglio straordinario della Federbasket, chiamato a decidere se procedere o meno alla riforma dei campionati di Legadue e di A, B e C dilettanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione