Cerca

Lecce prova a far cassa quanto frutterà Esposito?

La previsione di entrate è cospicua, anche se sarà difficile da realizzarsi. La crisi finanziaria incide pesantemente anche nel modo del calcio e si traduce in una carenza di liquidità che paralizza le transazioni onerose. Nonostante ciò, le cessioni che sono in agenda, se trovassero realizzazione, potrebbero fruttare un vero tesoretto nelle casse che garantirebbe così di alimentare il mercato con l’acquisto di giovani
Lecce prova a far cassa quanto frutterà Esposito?
di Massimo Barbano 

LECCE - La previsione di entrate è cospicua, anche se sarà difficile da realizzarsi. La crisi finanziaria incide pesantemente anche nel modo del calcio e si traduce in una carenza di liquidità che paralizza le transazioni onerose. Nonostante ciò, le cessioni che sono in agenda, se trovassero realizzazione, potrebbero fruttare un vero tesoretto nelle casse del Lecce che garantirebbe così di autoalimentare il mercato con l’acquisto di giovani di prospettiva per ricostruire la squadra. 

Già intascati due milioni e ottocento mila euro per la cessione di Tiribocchi all’Atalanta, se dovessero andare in porto tutte le altre probabili cessioni, si potrebbe ipotizzare una forbice di ricavi che va da un’ipotesi minimale di 11 milioni di euro ad una ottimale di circa 16.
In base alle nuove strategie societarie che guardano soprattutto al contentimento dei costi e del monte ingaggi, l’identikit del giocatore che per primo dovrebbe fare le valigie, è quello di un ultratentenne con un contratto impegnativo per la società. In questa fascia, tuttavia, non ci sono quelli che valgono di più sul mercato, quanto invece quei giocatori della vecchia guardia che sembra non possano più servire allo scopo. Così, al biglietto di sola andata sembrano destinati il capitano Andrea Zanchetta (forse destinazione Bologna) e il centrocampista Luca Ariatti che in questi giorni è stato chiesto dal Chievo. Giocatori di assoluto valore ma che, considerata l’età, non hanno molto mercato. Se per Ariatti si potrà ricavare qualcosa come 700-800mila euro, per il trentaquattrenne Zanchetta dal passato prestigioso guadagnare qualcosa che vada oltre la mera rescissione del contratto sarebbe già un buon risultato. 

Il grosso colpo il Lecce dovrebbe farlo con Esposito. La Roma che è la società maggiormente interessata ad acquisire le prestazioni del giovane difensore di Galatina, non sarebbe propensa a prendere per intero il cartellino che sarebbe valutato intorno ai 7 milioni di euro. Se la partita si risolverà con una comproperietà, la cifra che entrerà nelle casse societarie si aggira intorno ai 3-3,5 milioni di euro.
Un’altra cospicua entrata potrebbe arrivare dalla cessione di Edinho che sembra nelle mire di Roma e Fiorentina. Il giocatore, pagato a gennaio due milioni e mezzo di euro, potrebbe valutare attualmente intorno ai 3-3,5 milioni. Una parte dell’eventuale entrata dovrebbe andare al Porto Alegre che, all’atto della cessione nel mercato invernale, si riservò una percentuale sull’eventuale trasferimento ad altra società.
Un altro giocatore in bilico è Caserta, costato un milione e 300mila euro l’estate scorsa. Considerata la sua maturazione atletica con un numero consistente di presenze in serie A e anche una buona conduzione del campionato, oggi il centrocampista calabrese potrebbe valereda un milione e mezzo a due milioni di euro. 

C’è poi da considerare chi, pur non essendo inserito in una ipotetica lista di partenti, potrebbe esprimere la volontà di cambiare maglia. E’ il caso del portiere Benussi che alla luce di un discreto campionato disputato, può oscillare da uno a due milioni di euro.
Si tratta, naturalmente, di previsioni di entrate, che non sarà facile realizzare, ma che consentirebbero di formare un salvadanaio per rifondare la squadra. Le uscite, d’altra parte, saranno cospicue. Potranno già essere necessarie per la risoluzione di due importanti compartecipazioni, come quelle di Cacia e di Munari (e c’è in ballo anche quella di Tulli).
 
Sul fronte delle entrate, finora solo sondaggi esplorativi che comunque portano verso obiettivi costituiti da giovani emergenti. Oltre al promettente D’Alessandro della Roma, si parla dell’attaccante del Grosseto Sansovini, del terzino Freddi, sempre del Grosseto e del centrocampista del Brescia Andrea Rispoli.

Per la quarta stagione consecutiva il ritiro pre-campionato del Lecce si svolgerà a Tarvisio, in provincia di Udine. L’allenatore Luigi De Canio, ha stabilito le date della preparazione estiva. Il ritrovo per i giallorossi è fissato per sabato 11 luglio nell’hotel Spartiacque a Camporosso. La preparazione comincerà domenica 12 luglio e si protrarrà per tre settimane. Il rompete le righe domenica 2 agosto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400