Cerca

Brindisi, parte la rivoluzione Tre pugliesi e due lucane in A

Tempo di discussioni, ripensamenti, proposte, controproposte. Club cestistici maschili in attesa di decisioni importanti. Dalla Legadue alla serie C nazionale dilettanti. Giocatori da tempo in vacanza, al pari degli allenatori. Poche le conferme ufficiali. Perdichizzi rimane il coach della Prefabbricati Pugliesi, con Cardinali e Mocavero nel roster tutto da costruire. Proposta per una squadra di medio-alto profilo
Brindisi, parte la rivoluzione Tre pugliesi e due lucane in A
di Franco Castellano

BARI - Tempo di discussioni, ripensamenti, proposte, controproposte. Club cestistici maschili in attesa di decisioni importanti. Dalla Legadue alla serie C nazionale dilettanti. Giocatori da tempo in vacanza, al pari degli allenatori. Poche le conferme ufficiali.

Giovanni Perdichizzi rimane il coach della Prefabbricati Pugliesi Brindisi, con Cardinali e Mocavero nel roster tutto da costruire. Proposta per una squadra di medio-alto profilo. Il secondo campionato nazionale pretende sani principi tecnici. Asse play-pivot, con terminali offensivi perimetrali. Nella sostanza da evitare i clamorosi errori della scorsa stagione, quando un organico mancante di un vero e proprio uomo d’area ha costretto l’allenatore siciliano ad alchimie tattiche per sopperire alle carenze sotto i tabelloni, senza trascurare le tematiche della regia.

Una squadra, come si sa, si fonda sull’equa distribuzione dei possessi di palla, quindi da escludere statunitensi con caratteristiche come quelle di Hatten e Killingsworth, per non ricadere in un torneo vissuto pericolosamente sul labile confine dei bassifondi della classifica. Del resto la tifoserie brindisina, e non solo, abbisogna di un collettivo che sia all’altezza di tradizioni e cultura cestistica della città.

Nella A dilettanti, Centro Auto Ford Molfetta già con le firme di Maggi, Malamov, Di Marcantonio. Giovanni Putignano allenerà l’Ital Green Energy Ostuni, Piero Coen la Mazzeo San Severo. Molte le squadre alla ricerca di tecnici, tra i più gettonati Mariano Gentile, Antonio Bray, Andrea Maghelli.

Allargamento dei campionati, blocco delle retrocessioni, solo una retrocessione, valzer di titoli sportivi, ripescaggi, ritornelli da... calura! La sovranità spetta ad una crisi finanziaria diffusa.

Tutti pronti a riproporsi all’indomani della riunione della lega pallacanestro (sabato) e del direttivo federale di domenica.

Nell’annata dei canestri passata in archivio Puglia con due promozioni: Ambrosia Bisceglie in B dilettanti, Scarlino Lecce in C nazionale. Ritorna finalmente nella serie extra regionale una formazione leccese. Basilicata bloccata all’annata precedente. Fuori dal parquet promozione per la Fortitudo Ruvo - acquisito il diritto sportivo della A dilettanti del Cremona - in attesa, però, del placet della federazione. Titolo sportivo della B ruvese pronto alle richieste di Campobasso e Ceglie Messapica.

Puglia e Basilicata rappresentate in serie A dilettanti da Olimpia Bawer Matera, Potenza 84, Virtus Molfetta, Fortitudo Ruvo, Ital Green Energy Ostuni. B dilettanti con Cus Bari, Bernalda, Pasta Granoro Corato, Libertas Foggia, Ambrosia Bisceglie, Cisa Massafra, Cestistica San Severo. Nella C nazionale Scarlino Lecce, Ceglie Messapica, Francavilla Fontana, Lucera, Due Esse Martina Franca, Invicta Potenza, Fortitudo Monopoli, Libertas Taranto.

Nella lista delle squadre da ripescare (A dilettanti) prime posizioni per Vado Ligure, Fossombrone, San Severo. Nella città dauna l’attesa è per le decisioni sul ricorso presentato dalla società contro le nove giornate di squalifica, dopo i fatti di Agrigento.

Nell’Olimpia Bawer Matera chiusa l’epoca presidenziale di Michele Vizziello. Già in esecuzione la nomina a presidente onorario. Alla guida dell’Olimpia Matera ci sarà Pasquale Lorusso, titolare dell’azienda Bawer.

Se lo spareggio promozione in Legadue tra Siena e Latina (oggi gara3) finirà a favore dei toscani titolo da trasferire a Firenze. Il Sant’Antimo - serie A dilettanti - potrebbe giocare a Napoli. Avviato il tempo delle... stranezze estive, come da consuetudine!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400