Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:37

Il materano Frisenda cerca l’oro ai campionati italiani di nuoto

Va a caccia di medaglie l'atleta, che va in vasca a Roma per i campionati italiani di nuoto per diversabili. L’atleta del Team Light, che due anni fa a Lignano Sabbiadoro ha conquistato un argento (50 metri stile) e un bronzo (50 metri dorso) e lo scorso hanno è ancora salito sul terzo gradino del podio a Palermo nei 50 metri dorso, ci riprova quest’anno nella capitale, dove gareggerà nel dorso e nel delfino
Il materano Frisenda cerca l’oro ai campionati italiani di nuoto
di Enzo Fontanarosa 

MATERA - Va a caccia dell’oro Emilio Frisenda, che va in vasca a Roma per i campionati italiani di nuoto per diversabili. L’atleta del Team Light, che due anni fa a Lignano Sabbiadoro ha conquistato un argento (50 metri stile) e un bronzo (50 metri dorso) e lo scorso hanno è ancora salito sul terzo gradino del podio a Palermo nei 50 metri dorso, ci riprova quest’anno nella capitale, dove gareggerà nel dorso e nel delfino.

«Ques'anno - spiega il tecnico Angelo Rubino - Emilio punta anche su una specialità difficile come il delfino, dove ha abbattuto il limite fissato dalla Federazione di circa venti secondi, conquistando il secondo miglior tempo nel lotto dei partenti. Nel dorso, invece, parte col terzo miglior tempo, otto secondi in meno del limite. Alla luce di queste premesse, le speranze per due finali da protagonista ci sono tutte. L’auspicio è quello di conquistare il podio, ma naturalmente si spera che la medaglia possa essere del metallo più pregiato. Le finali sono due incognite, può accadere davvero di tutto».

Frisenda, che quest’anno ha preferito rinunciare alla gara a stile libero, sarà in piscina questa mattina dalle 9,30 per la finale dei 50 metri dorso, mentre a seguire gareggerà nei 50 metri delfino. Da sottolineare che da questa stagione, il forte nuotatore del Team Light è passato, per decisione della Federazione, alla categoria superiore C5, decisamente più difficile e impegnativa in riferimento al grado di disabilità. Ma negli ultimi mesi, un preciso programma di allenamenti a cui si è sottoposto Frisenda ha garantito di arrivare all’appuntamento tricolore capitolino al massimo della forma e con tutte le carte in regola per sferrare l’assalto a quel titolo nazionale che ancora gli manca nella sua ricca bacheca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione