Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 05:08

Lecce, è iniziato il toto-allenatore

La vacatio della panchina blocca un pò tutta la programmazione futura. Non che ci sia una eccessiva urgenza dettata da un campionato di B alle porte, ma l’incertezza sull’allenatore blocca anche quelle che potrebbero essere le idee su cessioni ed acquisti. Ma il ds Angelozzi si guarda intorno. Si stanno seguendo Russotto, Zambrella e Cacciatore
Lecce, è iniziato il toto-allenatore
di MASSIMO BARBANO

LECCE - La vacatio della panchina blocca un pò tutta la programmazione futura. Non che ci sia una eccessiva urgenza dettata da un campionato alle porte, ma l’incertezza sull’allenatore blocca anche quelle che potrebbero essere le idee su cessioni ed acquisti. Per quanto riguarda questi ultimi, per esempio, il Lecce sta da tempo seguendo tre giovani interessanti, il ventunenne attaccante del Bellinzona Russotto, che nel campionato appena trascorso è stato in prestito al Napoli che non ha esercitato l’opzione di riscatto; il ventiduenne trequartista del Brescia Zambrella e il ventireenne difensore della Sampdoria Cacciatore.

In più ci sarà da predisporre delle strategie per sfoltire la rosa e soprattutto per decidere sulla compartecipazione di Cacia. Tutto naturalmente è affidato alla decisione del presidente Giovanni Semeraro che rientrerà in città a fine settimana e sarà relazionato dal direttore sportivo Guido Angelozzi che in questi giorni sta contattando diversi allenatori sulla piazza. Nella vasta rosa di nomi non c’è una pregiudiziale sull’età del candidato ideale (un giovane emergente o un tecnico di navigata esperienza), tanto che sono in lizza capitani di lungo corso come Giampiero Ventura accanto a brillanti quarantenni come Alessandro Pane e Frando Lerda, rispettivamente tecnici della Reggiana e della pro Patria in corsa nei play off della Prima divisione di Lega Pro per approdare in serie B.

La pregiudiziale è invece relativa al sistema di gioco praticato. Si vuole un allenatore che pratichi un gioco divertente, equilibratamente offensivo e che possa entusiasmare una piazza delusa dalla recente retrocessione. Questi i requisiti che si chiedono al candidato ideale e che potrebbe anche essere una via di mezzo tra un giovanissimo e un anziano. Circolano infatti i nomi di Elio Gustinetti, Beppe Iachini e Franco Colomba, questi ultimi, tutti sui cinquant’anni, ma con una lunga esperienza di categoria. Più defilati nella lista anche Stefano Pioli e Serse Cosmi, mentre si può escludere l’ipotesi, pure circolata, di Giancarlo Camolese che non sarà riconfermato dal Torino ed è quindi fra gli allenatori liberi. Così pure, non dovrebbe concretizzarsi un ritorno a in Salento da allenatore del leccese Checco Moriero ormai dato vicinissimo al Frosinone.

Insomma, quello che cerca la società del Lecce è un allenatore che pratichi un calcio moderno che possa essere nello stesso tempo incisivo e p ro d u t t ivo. Ma nelle strategie di quest’anno c’è il grosso interrogativo di quali saranno gli obiettivi che si vogliono raggiungere. In questo senso la improvvisa defezione di Gigi De Canio ha fatto scattare l’allarme che il club volesse ripiegare su traguardi minimali e l’allenatore abbia quindi rifiutato l’offerta, nonostante gli fosse stato offerto un biennale. Un’assicurazione per dipanare questi dubbi l’ha data già lo stesso allenatore rinunciatario che ha motivato il suo disimpegno nell’esclusiva aspirazione, per altro legittima, di poter occupare una panchina di serie A. E nei prossimi giorni De Canio ha annunciato una conferenza stampa in città per meglio chiarire questi concetti oltre che assolvere all’obbligo dei saluti che la concitazione dell’ultima partita di campionato aveva impedito.

ESPOSITO, PRIMO GIORNO AZZURRO -Primo allenamento ieri a Coverciano agli ordini del commissario tecnico Marcello Lippi per il difensore del Lecce Andrea Esposito convocato per la partita amichevole di sabato prossimo a Pisa contro l’Ir - landa del Nord. Esposito è il secondo giocatore del Lecce (il primo fu Cassetti) che approda alla nazionale maggiore. A Galatina, intanto, città natale del difensore si sta preparando una festa al suo ritorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione