Cerca

Lecce riparte dalla B chi resta e chi va via

Il mercato potrà riservare molte sorprese, ma, considerate la congiuntura economica e soprattutto la generale carenza di liquidità della maggior parte delle società calcistiche italiane, non saranno in moltissimi a cambiare maglia e l’ossatura della squadra dovrebbe rimanere pressocchè la stessa di quest’anno. Qualcosa, però, dovrà essere sfoltita per motivi di bilancio
• Iachini e Ventura i nomi per la panchina
Lecce riparte dalla B chi resta e chi va via
di MASSIMO BARBANO

LECCE . Chi parte e chi resta. Il mercato potrà riservare molte sorprese, ma, considerate la congiuntura economica e soprattutto la generale carenza di liquidità della maggior parte delle società calcistiche italiane, non saranno in moltissimi a cambiare maglia e l’ossatura della squadra dovrebbe rimanere pressocchè la stessa di quest’anno. Qualcosa, però, dovrà essere sfoltita per motivi di bilancio, ed in particolare quei contratti che superano determinate cifre. Ecco la situazione di tutta la rosa del Lecce. Fra parentesi le possibilità che rimangano.

BENUSSI (20%) L’esperienza dei due portieri-titolari dovrebbe concludersi, perché ognuno dei due vuole legittimamente un ruolo da protagonista. Uno dei due andrà via e Benussi sembra quello più indiziato alla partenza.
ROSATI (80%) È la logica conseguenza di quanto detto sopra. Già due anni fa si doveva puntare su di lui. Ora potrebbe essere arrivato il momento.
POLENGHI (70%) Qualche richiesta l’ha avuta l’anno scorso solo dalla B. A parità di categoria dovrebbe propendere per Lecce.
ANGELO (75%) Ha un altro anno di contratto, ma soprattutto un ruolo tattico strategico. Difficile che vada via.
ANTUNES (0%) Fine prestito, torna alla Roma.
BASTA (0%) Fine prestito, torna all’Udinese.
ESPOSITO (15%) È l’uomo mercato del Lecce. Quota 4 milioni e mezzo di euro e, nononostante il suo attaccamento al territorio (è leccese) e il contratto fino al 2013, dovrebbe cambiare maglia: Milan e Roma in pole position, ma anche club inglesi sono sulle sue tracce.
FABIANO (90%) È cresciuto moltissimo ritagliandosi uno spazio quasi inamovibile in serie A. Ha altri 2 anni di contratto e tutto fa pensare che sarà uno dei cardini della squadra in serie B.
GIULIATTO (75%) Il ruolo di terzino di fascia, lo porta ad essere funzionale a più possibilità tattiche. Il contratto gli scade nel 2010, ma difficilmente sarà ceduto.
SCHIAVI (60%) se parte Esposito, come centrale ha anche più chanche di giocare. A meno che non voglia andare via e trovi una squadra che voglia acquisstarlo, dovrebbe giocare anche l’anno prossimo con questa maglia.
STENDARDO (0%) Torna alla Lazio per fine prestito.
ARDITO (0%) Si svincola il 30 giugno e, reduce da una stagione nella quale ha avuto scarsissima visibilità, sia con Beretta che con De Canio, difficilmente potrebbe intavolare un discorso per un rinnovo contrattuale.
ARIATTI (50%) L’anno scorso di questi tempi voleva andare via, quest’anno, stando almeno alle dichiarazioni ufficiali, si dice pronto a ripartire dalla serie B. Ha altri due anni di contratto, ma è uno di quei contratti onerosi di cui la società vorrebbe liberarsi. Molto dipenderà da eventuali richieste.
CASERTA (50%) Anche in questo caso un contratto oneroso e una identità tattica che non si è definita nel corso della stagione. Se ci saranno acquirenti, di sicuro andrà via.
ZANCHETTA (50%) Vale quanto detto per i precedenti due: è uno di quei contratti da «scaricare », tanto più che va in scadenza al 2010. A quasi 34 anni, però, non sembra avere mercato.
VIVES (90%) Il suo brillante finale di campionato induce a pensare che possa puntare ad un torneo da protagonista in serie B. Dovrebbe restare.
EDINHO (50%) Al suo acquisto a gennaio si parlò di un accordo precostituito per la cessione ad un grosso club (il Napoli o la Fiorentina?) nella cui eventualità il Porto Alegre conservò una quota di partecipazione. Ora c’è da vedere se il brasiliano vorrà restare in B, ma la sua esperienza leccese non è stata brillantissima e non è detto che ci saranno club di A pronti a fare follie per averlo.
GIACOMAZZI (90%) Ha famiglia e un altro anno di contratto a Lecce. Tutto fa pensare che resterà.
MUNARI (55%) È sotto contratto con il Lecce fino al 2011, ma ha anche mercato in serie A (il Catania è sulle sue tracce). Se avesse la possibilità di giocare nella massima serie potrebbe decidere di fare le valigie. Al momento, però, è fermo per un inofrtunio al ginocchio e questo fatto potrebbe anche condizionare il mercato.
PAPAWAIGO (0%) Torna alla Fiorentina per fine prestito.
CACIA (90%) C’è l’inco gnita della comproprietà con il Piacenza che va risolta, ma è anche possibile che si decida consensualmente per il rinnovo della compartecipazione. D’altra parte si era puntato molto su questo giocatore l’anno scorso ed ora dovrebbe essere il cavallo di battaglia per il prossimo anno, vista anche la sua presumibile voglia di riscatto dopo una stagione grigia.
PAPADOPOULOS (1%) Si svincola, difficilmente tratterà un rinnovo per giocare in serie B.
KONAN (1%) Si svincola, l’idea era da tempo quella di cambiare maglia, negli ultimi tempi aveva però ritrovato stimoli e spazi con De Canio. Ma De Canio non allenerà il Lecce l’anno prossimo.
TIRIBOCCHI (0%) Ha un altro anno di contratto, ma ha già detto a chiare lettere che vuole andare via perché scontento della piazza. Un ripensamento, dopo quelle dichiarazioni, è praticamente impossibile. Andrà all’Atalanta.
CASTILLO (90%) Si parla di un suo clamoroso ritorno a Gallipoli, ma è solo gossip. Ha due anni ancora di contratto, resterà nel Lecce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400