Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 21:23

Lecce guarda avanti Ventura o Iachini?

di MASSIMO BARBANO
LECCE - È un’ampia rosa di nomi quella da cui uscirà il nuovo allenatore del Lecce, tuttavia, l’attenzione sembra concentrarsi già su due nomi intorno ai quali dovrebbe chiudersi il cerchio nella prossima settimana. Si tratta di Giuseppe Iachini, attualmente libero dopo l’esonero dal Chievo nel corso di questa stagione e di Giampiero Ventura, che, per venire a Lecce, dovrebbe rescindere il contratto col Pisa al quale è legato fino al 2011, nonostante il club toscano lo abbia esonerato ad aprile.
Lecce guarda avanti Ventura o Iachini?
di MASSIMO BARBANO 

LECCE - È un’ampia rosa di nomi quella da cui uscirà il nuovo allenatore del Lecce, tuttavia, l’attenzione sembra concentrarsi già su due nomi intorno ai quali dovrebbe chiudersi il cerchio nella prossima settimana. Si tratta di Giuseppe Iachini, attualmente libero dopo l’esonero dal Chievo nel corso di questa stagione e di Giampiero Ventura, che, per venire a Lecce, dovrebbe rescindere il contratto col Pisa al quale è legato fino al 2011, nonostante il club toscano lo abbia esonerato ad aprile.

Sono questi i due allenatori in pole position per la panchina salentina. Ventura avrebbe dalla sua anche la conoscenza dell’ambiente, a Lecce, all’inizio della gestione Semeraro ottenne in due anni due promozioni dalla C1 alla serie A.

Ma anche Iachini è un allenatore che ha una lunga esperienza di categoria. Con il Chievo ha conquistato la promozione in serie A, ma nel suo bagaglio tecnico annovera anche due ottime stagioni con il Piacenza (conosce molto bene Cacia), oltre che con Vicenza e Cesena.

Qualche sondaggio c’è già stato da parte del direttore sportivo Guido Angelozzi che poi relazionerà al presidente Giovanni Semeraro che, nel frattempo, si è concessa una pausa di riflessione e, dopo la partita di Genova è rimasto nel NordItalia per qualche giorno di vacanza. D’altra parte la rinuncia di De CFanio, se pure aveva avuto qualche segnale premonitore (il rompete le righe preannunciato prima dell’ultima di campionato, quando in genere si fanno due tre altri allenamenti dopo l’ultima partita), è stata un fulmine a ciel sereno per la società. A quanto si è appreso, Semeraro aveva proposto a De Canio un contratto biennale, ma, come è noto, domenica sera al termine della partita di Genoa, l’allenatore ha declinato l’invito. Non si è trattato tanto di una discordanza dsui programmi, visto anche che di questi non si è parlato nei dettagli, quanto delle ampie possibilità che si sono aperte nella massima divisione e che hanno indotto il tecnico materano a non prendere decisioni affrettate accettando la serie b.

In un attimo, quindi, il Lecce si è trovato senza allenatore. Ferme le attività agonistiche, non c’è una fretta eccessiva per riempire questa casella, ma c’è da ritenere che per la fine di questa settimana o i primissimi giorni della prossima, il problema dovrà essere risolto.

Come detto sopra, comunque, anche se Ventura e Iachini assorbono una larghissima fetta di possibilità, non sono escluse altre soluzioni. Diciamo che Ventura e Iachini occupano in parti uguali l’80 per cento delle possibilità. Ma un restante 20 per cento va diviso fra altri giovani e non emergenti, comunque tutti, di categoria, con esperienza recente del campionato di serie B. Fra questi, contatti saranno avviati con Elio Gustinetti che già negli anni scorsi era stato vicino al Lecce, con Stefano Pioli che si libera a fine stagione dal Piacenza, con Gianluca Atzori (sarebbe un ritorno, visto che è stato a Lecce come secondo di Baldini), e con Franco Lerda un’emergente in lotta per la promozione in serie B con la Pro Patria. Più defilati ci sarebbero anche Serse Comi e Mario Somma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione