Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 20:03

Castellana, presentata Leggeri «Ho la grinta di una diciottenne»

La centrale è il primo acquisto del club (A1 femminile di pallavolo): «È un onore essere qui. Ho scelto questa società per tanti motivi: la presenza di Radogna è uno stimolo in più, ma mi hanno convinto anche gli obiettivi e gli scenari futuri presentatimi. A 33 anni mi dicono di essere vecchia, ma io sento ancora una grinta da ragazzina»
Castellana, presentata Leggeri «Ho la grinta di una diciottenne»
CASTELLANA GROTTE - Giornalisti, addetti ai lavori, tanti curiosi e tante giovani ragazze partecipanti alla Finale Nazionale Under 14 in corso proprio a Castellana: gremita la conferenza stampa di presentazione di Manuela Leggeri, primo nuovo acquisto della Florens Castellana Grotte per la prossima stagione sportiva. «Ringrazio la giocatrice per aver accettato l'invito in una settimana tanto importante per noi - ha commentato il presidente della Florens, Johnny Netti -. Le centrali sono sempre state per noi grandi punti di riferimento. Due anni fa Zanotti, l'anno scorso Scott. Lo sarà anche Leggeri, ne sono sicuro». 

«Questo è il grande calore che Castellana è in grado di dimostrare - ha precisato il diesse della Florens, Pino Dalena, riferendosi alla platea numerosissima - Siamo abituati a vivere il volley in modo passionale ed emotivo. Leggeri è brava tecnicamente, ma anche esperta e sarà determinante per costruire un gruppo solidissimo. Petrauskaite? Ci siamo mossi con grande tempismo, appena saputo degli ostacoli nella trattativa con Soninha. La lituana è un'altraatleta molto forte non solo dal punto di vista tecnico ma anche sul piano caratteriale».

«Ritrovo Manuela dopo 15 anni - ha raccontato Donato Radogna, allenatore della Florens - Eravamo insieme ad Altamura: perdemmo una semifinale scudetto contro Bergamo e in quella stagione, Leggeri fece il suo esordio in A1 e anche in nazionale. E' forte agonisticamente oltre che tecnicamente. E' cattiva, non le piace perdere. La conosco bene: sono convinto che farà bene qui a Castellan». 

«E' un onore essere a Castellana - ha detto la stessa Leggeri - Ho scelto questa società per tanti motivi: la presenza di Donato (Radogna, ndr) è uno stimolo in più, ma mi hanno convinto anche gli obiettivi e gli scenari futuri che la Florens mi ha presentato. A 33 anni mi dicono di essere vecchia - ha ironizzato la centrale laziale - ma io sento ancora una grinta da ragazzina, come quando avevo 18 anni ad Altamura. Ho accettato la sfida e metterò in campo tutto il mio bagaglio di esperienza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione