Cerca

Il Gallipoli vince a Cesena e conquista la Supercoppa

Primo fra le prime. Dopo la conquista del campionato, il Gallipoli rafforza la sua supremazia battendo a domicilio il Cesena e conquistando la Supercoppa della Lega Pro di calcio. La pratica per i giallorossi è subito in discesa, visto che dopo una manciata di minuti gli uomini di Giannini vanno in vantaggio con un autogol. Pari dei romagnoli nella ripresa, ma Buzzegoli regala il trofeo a pochi minuti dalla fine
Il Gallipoli vince a Cesena e conquista la Supercoppa
CESENA-GALLIPOLI 1-2

CESENA (4-3-3): Tardioli 5; Piangerelli 6, Cusaro 5,5, Lauro 6, Rossi 5,5 (27' pt Djuric 5); Segarelli 6 (25' st Ferretti ng), De Feudis 6 (44' st Tattini ng), Sacilotto 6; Schelotto 6,5, Motta 6, Giaccherini 6. A disp: Ravaglia, Tonucci, Zebi, Biserni. All: Bisoli.
GALLIPOLI (3-4-2-1):Sciarrone 6,5; Cangi 6, Ianniciello 5,5, Suriano 5; Vastola 6,5, Russo 6,5, Esposito 6, Giacomini 6,5 (29' st Buzzegoli 6); Cini 6 (1' st Sansone 6), Ginestra 6 (25' st Cimarelli ng); Di Gennaro 6,5. A disp: Marcandalli, Riccardo, Taurino, Marzeglia. All: Giannini.
ARBITRO: Coccia di San Benedetto del Tronto.
RETI: pt, 6' Cusaro (aut.); st, 39' Giaccherini, 41' Buzzegoli.
NOTE: Ammoniti Piangerelli, Giacomini, Vastola e Sansone. Angoli: 6-2 per il Cesena.

CESENA - Primo fra le prime. Dopo la conquista del campionato, il Gallipoli rafforza la sua supremazia battendo a domicilio il Cesena e conquistando la Supercoppa della Lega Pro. La pratica per i giallorossi è subito in discesa, visto che dopo una manciata di minuti gli uomini di Giannini trovano l’episodio risolutore: bella discesa di Vastola sulla destra, che si libera di Rossi e mette al centro un cross teso sul quale interviene in malo modo Cusaro, autore del più classico degli autogol in spaccata.

Il gol a freddo non condiziona più di tanto il Cesena, che si rimbocca le maniche ed esercita un pressing continuo sul portatore di palla avversario. I giallorossi però tengono bene in difesa e corrono il primo vero pericolo a 5 minuti dall’intervallo, quando Giaccherini si ritrovaunpallone d’oro tra i piedi trovando però la miracolosa opposizione di Sciarrone.Risponde Ginestra con una «spizzicata» di testa: brividi per Tardioli. Il Gallipoli non si fida e prova a farsi pericoloso anche in avvio di ripresa, ma Cusaro sradica dai piedi di Di Gennaro un pallone «invitante ».

Il copione della partita non cambia con il passare dei minuti: Motta è sempre in agguato ed al 17' il suo fendente di sinistro centra il palo alla destra di Sciarrone. Gli attacchi dei bianconeri diventano evanescenti,maal 39' Giaccherini sembra riaprire la parta: angolo di Schelotto e tiro al «sette» dell’attaccante romagnolo. L’1-1 farebbe comunque il gioco dei salentini, che due minuti dopo su azione di contropiede trovano modo di riappropiarsi di una meritata vittoria: Buzzegoli lanciato a rete lascia partire una «puntata» sulla quale Tardioli non è irreprensibile. Finisce qui ed il Gallipoli trova così il modo di mettere la ciliegina sulla torta di una stagione davvero fantastica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400