Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 16:03

Conte: «Il mio futuro? Tutto è possibile»

Il tecnico del Bari, alla vigilia dell'ultima gara del campionato dei serie B di calcio contro il Treviso (può dare il primo posto ai biancorossi): «I giornali parlano tanto di me. Mi avete mai sentito dire che vado via, o l’avete sentito dire al presidente Matarrese? I diretti interessati non hanno mai aperto bocca sull'argomento. Voi giornalisti dite che me ne vado. Stiamo a vedere cosa succede»
• Ultima partita aspettando il tecnico
• Kutuzov si ferma, c'è Caputo
Conte: «Il mio futuro? Tutto è possibile»
BARI – «I giornali parlano tanto di me. Mi avete mai sentito dire che vado via da Bari, o l’avete sentito dire al presidente Matarrese? I diretti interessati non hanno mai aperto bocca sull'argomento. Voi giornalisti dite che vado via da Bari. Tutto è possibile. Stiamo a vedere cosa succede». Antonio Conte, legato per contratto con il Bari sino al prossimo 30 giugno, non scioglie i nodi del suo futuro, che potrebbe tingersi di bianconero con la Juventus. Dice poi di non essere al corrente di eventuali contestazioni delle quali potrà domani essere il bersaglio nell’ultima gara interna del Bari contro il Treviso: «Domani avrò una accoglienza particolare dai tifosi? Non saprei. Ho dato tanto al Bari, non è detto che non possa dare tanto anche in futuro».

In vista di Bari-Treviaso, ultima della serie B di calcio, Il portiere Santoni salterà l'incontro, mentre torna disponibile il difensore Esposito: ecco le due novità dell’allenamento di rifinitura stamattina al San Nicola. Il tecnico dovrà anche rinunciare al difensore Galasso (problemi muscolari), alla punta Kutuzov (ginocchio dolorante) e al tornante Rivas (reduce da un infortunio). Il regista Donda e il laterale Kamata sono indisponibili già da due settimane. Esposito andrà in panchina insieme al portiere della Primavera Boerchio (avrà il 28 come numero di maglia).

«Domani voglio condividere con i nostri tifosi la Coppa per il primo posto nel torneo di B. Ringrazierò tutti i protagonisti di questa stagione, dalla società ai giocatori, dagli addetti ai lavori fino ai magazzinieri e ai resposabili del campo. Qui ho provato grandi emozioni – conclude – perché vivo il calcio a 360 gradi. Ho pianto di gioia? L’uomo che piange è un uomo di grande valore. Saremo orgogliosi domani di regalare alla tifoseria barese la gioia del primo posto assoluto in B».

Il Bari giocherà con i veneti con il 4-4-2. L’obbiettivo è vincere per tenere lontano il Parma, secondo a due lunghezze. In porta giocherà Gillet, in difesa i centrali saranno Masiello e Ranocchia, Parisi e Bianco i laterali, a centrocampo Gazzi e De Vezze, sulle fasce Lanzafame e Guberti, in attacco il tandem Barreto-Caputo. In panchina ci saranno i giovani Primavera Bellomo e Galano.

Intanto, il Bari oggi pomeriggio ha ufficializzato l’acquisto a titolo definitivo di due giovani proprio per la Primavera. Sono gli attaccanti David D’Ancona, classe '91, proveniete dall’Angolana (Serie D), e Vincenzo Pisani, classe 90, preso dalla Viribus Unitis (serie D).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione