Cerca

Dream Team al bivio è il momento della verità

Sabato sera, alle 19,30, al Palamazzola, va in scena la gara di Taranto contro la Elecom Roma, spareggio delle semifinali dei playoff scudetto di basket maschile in carrozzina: chi vince va a giocarsi il tricolore. Predominio ionico nell’ultima stagione. Passiwan è ancora in forte dubbio. In concomitanza l’altra gara-3 di semifinale fra Santa Lucia ed Anmic Sassari
Dream Team al bivio è il momento della verità
TARANTO - Il coraggio non ha una sola strada. Lo si può raggiungere in momenti e modi diversi, con stati d’animo dissimili, sulla spinta di emozioni e sensazioni eterogenee. Il coraggio non ha una sola faccia, anzi a volte può mascherarsi, mimetizzarsi, spuntare all’improvviso. Prendi la serie semifinale tra Dream Team Comes ed Elecom Roma: in gara-1 Taranto, priva del suo grande realizzatore, ha trovato il coraggio nel gruppo, nella coesione, in una forza reciproca traslatasi poi in spirito di squadra.

In gara-2 Roma, ingarbugliata nella matassa dei suoi errori, ha invece trovato il coraggio nella paura, nel timore di perdere tutto e subito, nel batticuore di non aver dimostrato la sua reale caratura.
Già, il coraggio non ha una sola strada: Dream ed Elecom stanno lì a ricordarlo come una scritta al neon nella notte. La verità invece, a differenza del coraggio, è sempre univoca: c’è un solo sentiero per avvicinarla, raggiungerla, farla propria.

Ed il momento di percorrerlo, quel sentiero, è ormai arrivato: sabato sera, alle 19.30, al Palamazzola va in scena la terza e decisiva partita della semifinale play-off. Taranto e Roma si giocano tutta la stagione in quaranta minuti. Chi, percorrendo la via verso la verità, avrà più coraggio, andrà a giocarsi lo scudetto.

GLI AVVERSARI - «Quando riesci a vincere una partita che a pochissimi minuti dalla fine sembra persa ne ricavi grande carica. Proprio per questo, dopo la vittoria di gara-2, l’umore della squadra è alto: vogliamo conquistare la nostra prima finale. E sappiamo di poterlo fare». Quattro scudetti, due Coppe Campioni, una Vergauwen, tre Coppe Italia, un Europeo: il palmares di Mauro Pennino racconta la storia di un campione vero, di un giocatore abituato alle grandi sfide, alla tensione, alle pressioni di un match decisivo come quello, ormai imminente, di Taranto. Proprio per questo l’analisi del capitano della Elecom, assente in gara-2 per una distorsione ad un dito ma riarruolato per la sfida del Palamazzola, è quanto mai pragmatica. «Sappiamo bene che in queste due partite abbiamo giocato al di sotto delle nostre potenzialità. Di certo il Dream Team ha i suoi meriti perché difensivamente fino ad ora ha disputato un’ottima serie, ma con altrettanta sicurezza la Elecom ha ancora molto da dire».

I PRECEDENTI - Predominio ionico nell’ultima stagione, la prima in serie A1 dei capitolini: doppia vittoria in regular season (70-59 al Palamazzola, 69-81 dopo un supplementare al Palalottomatica), una nella fase preliminare di Coppa Italia a Roma (70-54) ed altri due successi (ad uno) nella semifinale play-off. Grande, invece, l’equilibrio nei frequentissimi incroci di quest’annata: botta e risposta in regular season (61-80 per il Dream al Tre Fontane, 68-86 per la Elecom al Palamazzola), vittoria pugliese nella fase preliminare di Coppa Italia (82-76) ed in quella finale (90-79), successo dei romani (93-82) e successiva qualificazione, invece, nella fase preliminare di Champions. Parità, come ormai noto, anche nel computo di questa serie semifinale. Nel complesso, dunque, su dodici sfide, Taranto ne ha vinte nove, ma il bilancio annuo è quattro a tre.

QUI TARANTO - In casa ionica la presenza di Dirk Passiwan è ancora in forte dubbio anche se le ultime riserve si scioglieranno soltanto nelle ore precedenti al match. In squadra però si respira un clima di grande tranquillità e capitan Vincenzo Di Bennardo si fa portabandiera dello stato d’animo dei campioni d’Italia. «Gara-2 è alle spalle e comunque anche a Roma abbiamo dimostrato di essere forti e di potercela giocare a prescindere dalle individualità. Credo che il Dream meriti un plauso proprio per come abbia saputo plasmarsi e riorganizzarsi attorno all’assenza di Dirk. Siamo riusciti a trovare immediatamente un sistema di gioco che ci permettesse di esprimerci con coralità e l’esempio sta nel fatto che in ambo le partite della serie ad andare in doppia cifra siano stati la bellezza di quattro giocatori».

Uno scudetto, una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana, una Vergauwen, una medaglia di bronzo agli Europei. Per il pivot di Maratea, uomo simbolo della voglia d’emergere Dream Team, arriverà in finale chi difenderà meglio. «Dovremo essere aggressivi sui loro lunghi e cercare di non dar loro punti di riferimento. Nell’ultima partita, al Tre Fontane, abbiamo difeso benissimo per trentasette minuti e non è bastato: questa volta dovremo farlo sino alla sirena finale”. Secondo il capitano quella del Palamazzola sarà una vera e propria battaglia. “Sarà una partita spettacolare fra due squadre d’altissimo livello. Se la Elecom vorrà vincere dovrà sudare sette camicie; l’ho detto all’inizio dell’anno e lo ripeto ancora: per toglierci lo scudetto dovranno strapparcelo dalle maglie».

I CONVOCATI

Dream Team Comes Taranto: Di Bennardo, Latagliata, Mazzi, Miceli, Counts, Dror, Stella, Diana, Specchiarello. All. Egidio L’Ingesso
Elecom Roma: Hartnett, Moukhariq, Pennino, Ness, Cherubini, Patarca, Bardini, Carpentieri, Paggi, Jayrathne, Karaman. All. Joe Jayrathne
Arbitri: Del Gaudio, Di Paolo, Saracino
Campo di gioco: Palamazzola, via Venezia 81, Taranto. Palla a due ore 19.30.

SEMIFINALI SCUDETTO (al meglio delle tre gare)
1a regular season CMB Santa Lucia vs 4a regular season Anmic Sassari
2a regular season Dream Team Comes vs 3a regular season Elecom Roma

Gara-1
Dream Team Comes – Elecom Roma 77-68
Gara-2
Elecom Roma - Dream Team Comes 69-67
Gara-3
Dream Team Comes – Elecom Roma, sabato 30/05, ore 19.30, Taranto, Palamazzola.
Serie sull’1-1

Gara-1
CMB Santa Lucia – Anmic Sassari 74-66
Gara-2
Anmic Sassari – CMB Santa Lucia 64-61
Gara-3
CMB Santa Lucia – Anmic Sassari, sabato 30/05, ore 17, Roma, Palestra Fondazione Santa Lucia
Serie sull’1-1

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400