Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 17:39

Gallipoli, è Giannini il nodo da sciogliere

I salentini devono ancora giocarsi le ultime carte per conquistare la Supercoppa di Lega Pro, ma l’ar - gomento che tiene banco in questi gironi è la riconferma o meno dell'allenatore anche nella serie B di calcio. Il tecnico romano aveva chiesto un appuntamento al presidente Barba per poter parlare del futuro, ma per adesso non è in calendario nessun incontro tra la società e il tecnico
• Per lo stadio serve un altro miracolo
• Bisoli: «In I Divisione si vince col gruppo»
• Foggia, operazione playoff
• Auteri: «Al Taranto non direi di no»
• Pellegrino annuncia: «Potenza, resto qui»
• II Divisione: Melfi rischia grosso
• Serie D: Grottaglie, «fuori l'orgoglio»
Gallipoli, è Giannini il nodo da sciogliere
GALLIPOLI - Il Gallipoli deve ancora giocarsi le ultime carte per conquistare la Supercoppa di Lega Pro, ma l’ar - gomento che tiene banco in questi gironi a Gallipoli è la riconferma o meno di mister Giuseppe Giannini. L’allenatore romano aveva chiesto un appuntamento al presidente Barba per poter parlare del futuro, ma per adesso non è in calendario nessun incontro tra la società e il tecnico.

Indubbiamente è un argomento da tenere nell’agenda dei prossimi giorni per poter programmare nel migliore dei modi la prima stagione in B della compagine salentina. Anche perchè sulle tracce del tecnico romanista ci sono già alcune società, ed anche di serie B. Il Principe però ha fatto sapere, a stretto giro di dichiarazioni, che vorrebbe rimanere sullo Jonio perchè si è trovato molto bene nella cittadina salentina ed anche per un senso di riconoscimento nei confronti di Barba che gli ha consentito di rilanciarsi sul panorama nazionale.

La vittoria nel girone B del campionato di Prima Divisione è stata combattuta e ottenuta all’ultima giornata, ma, superando squadre come Benevento, Arezzo e Cavese che erano partite per vincere il campionato, Giannini ha dimostrato di avere le qualità per gestire un gruppo di vertice sapendo interpretare nel migliore dei modi ogni singola partita. Potrebbe quindi essere l’allenatore giusto per costruire il Gallipoli del domani.

D’altra parte c'è un presidente Come Barba che da quando ha preso in mano le redini della società ha regalato ben quattro promozioni ai tifosi giallorossi dimostrando grandi doti manageriali e un acume difficile da trovare nel mondo del calcio. Per questo c'è il convincimento che nei prossimi giorni ci saranno delle novità e solo allora potremo cominciare a capire le reali intenzioni della società gallipolina. I tifosi giallorossi hanno fatto sapere di volere ancora Giannini sulla panchina del Gallipoli.

Tra il tecnico e la tifoseria si è creato un buon feeling. Bisogna però avere un po' di pazienza ed attendere ancora qualche giorno anche perchè in città si vivono ancora i festeggiamenti per la promozione e perchè sabato prossimo si dovrà giocare la gara di ritorno contro il Cesena per la Supercoppa di Lega Pro. Barba, infatti, ha chiesto ai suoi ragazzi di portare a Gallipoli il prestigioso titolo.

Oltretutto, il risultato di parità a reti bianche rimediato nella partita di andata al comunale «Antonio Bianco» fa ben sperare il Gallipoli che se riuscisse a trovare la via della rete costringerebbe la squadra romagnola a segnare due reti per aggiudicarsi il titolo. Domenica pomeriggio, nell’incontro di andata, nonostante il gran caldo e l’inferiorità numerica sin dal 25' del primo tempo per l’espulsione di Antonioli, si è visto un Gallipoli in gran forma e ancora con tanta birra nelle gambe. Un buon sintomo per sperare nella conquista del prestigioso titolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione