Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 10:51

Enel Brindisi, fissato il raduno si ricomincerà il 18 agosto

Intanto, sta per iniziare una settimana importante per gli annunci dei giocatori italiani (saranno almeno tre) che copriranno alcuni ruoli della squadra che parteciperà al secondo consecutivo campionato di Legadue di basket maschile. L’atleta dei desideri della dirigenza brindisina è il reclamizzato Maggioli, sul quale si è catapultata Caserta con tutta la sua forza economica e di prestigio
Enel Brindisi, fissato il raduno si ricomincerà il 18 agosto
di FRANCO DE SIMONE

BRINDISI - Sta per iniziare una settimana importante per gli annunci dei giocatori italiani (saranno almeno tre) che copriranno alcuni ruoli della squadra che parteciperà al secondo consecutivo campionato di LegaDue. L’atleta dei desideri della dirigenza brindisina è il reclamizzato Michele Maggioli, sul quale si è catapultata con tutta la sua forza economica e di prestigio, Caserta. Le sirene casertane pare abbiano ammaliato il 212 cm marchigiano, al quale il corteggiamento brindisino non è affatto dispiaciuto.

Perciò, Brindisi non molla. Anche se il direttore generale, Antonello Corso, e il coach Giovanni Perdichizzi (in attesa dell’ingaggio di un nuovo direttore sportivo, del quale l’Enel Basket non può fare a meno) continuano a sondare con impegno il mercato degli italiani (settore lunghi). Ed allora, fermo restando che Maggioli è il top, si allaccia una trattativa con il procuratore di Tom- maso Rinaldi (Crabs Rimini), ala-centro di 204 cm., con buona propensione al tiro da fuori.

Da domani, in ogni caso, si intensificheranno i colloqui con i procuratori che, a differenza dello scorso anno, sono ben disposti a trattare con Brindisi ed a proporre i loro assistiti. Perdichizzi e Corso hanno le idee chiare. Il coach vuole assicurarsi per prima cosa il pacchetto degli italiani; dopo aver centrato gli obiettivi che si propone di raggiungere, passerà ai quattro stranieri (due extracomunitari, un passaportato ed un italianizzato).

Il passaportato potrebbe essere la guardia franco-israeliana Afik Nissim, mentre per coprire il posto destinato all’italianizzato, si guarda ancora verso Scafati, dove, nelle file dell’Harem, da quattro anni Jo e l Andre Salvi, ala-centro di 31 anni. Per assicurarsi i due extracomunitari, l’Enel Basket non nutre soverchie preoccupazioni.

Il mercato degli americani, sempre che ci si indirizzi su due yankees, è talmente vasto che basta prestare un pizzico di attenzione e non «pescare» in acque avventurose, per stare tranquilli. In ogni caso, si punterebbe su extracomunitari che hanno già giocato in Europa, meglio ancora se hanno già disputato il campionato italiano.

La novità odierna è data dalla data di inizio dei lavori: il diciotto agosto Perdichizzi darà inizio alla preparazione. Si potrebbe tornare a lavorare a Cisternino. Con Agostino Origlio ed un assistente- allenatore, che, per quanto è dato sapere non sarà di certo Andrea Spinetti, ma neanche un brindisino «doc».

Sarà nuovo anche il preparatore atletico, al posto di Piergiorgio Verrigni. Insomma, una piccola-grande rivoluzione sta per essere attuata, atteso che anche nella squadra si farà a meno di (almeno) sette, se non proprio otto, giocatori dello scorso campionato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione