Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:45

Il Lecce pareggia e dà addio alla A

Nella trentasettesima giornata della serie A di calcio, ennesima beffa finale per i salentini che chiudono 1-1 in casa con la Fiorentina. In vantaggio con Tiribocchi al 50', vengono raggiunti al 90' da Jorgensen. A una giornata dalla fine del campionato, la quart'ultima posizione è ormai irragiungibile. La retrocessione arriva dopo un solo anno nella massima serie
• De Canio: «Annata sfortunata»
• Tiribocchi: «Grande rammarico»
• I risultati: Torino-Genoa 2-3
• La classifica: Bologna e Toro 34
• I cannonieri: Ibra e Di Vaio 23
• Ultimo turno: Genoa-Lecce
Il Lecce pareggia e dà addio alla A
LECCE-FIORENTINA 1-1 (0-0 nel primo tempo)

LECCE (4-4-2): Rosati 6.5; Vives 6 (44'st Basta sv), Esposito 6, Fabiano 6, Giuliatto 6; Giacomazzi 6, Edinho 6, Zanchetta 6 (38'st Caserta 5.5), Ariatti 6; Castillo 6 (35'st Cacia 5.5), Tiribocchi 6. In panchina: Petrachi, Basta, Mollestam, Benvenga, Janvier. Allenatore: De Canio 6.

FIORENTINA (4-2-3-1): Frey 6.5; Comotto 6, Kroldrup 6 (1'st Dainelli 6), Gamberini 6, Pasqual 6; Montolivo 6, Felipe Melo 5; Semioli 6, Jovetic 6.5 (35'st Jorgensen 6), Vargas 6.5 (48'st Donadel sv); Gilardino 6. In panchina: Storari, Zauri, Almiron, Gobbi. Allenatore: Prandelli 6. ARBITRO: Gava di Conegliano Veneto 6.

RETI: 5'st Tiribocchi, 45'st Jorgensen.

NOTE: Pomeriggio caldo, terreno in buone condizioni. Spettatori: 8mila circa. Espulso al 42'st Felipe Melo per doppia ammonizione. Ammoniti: Kroldrup, Zanchetta, Danielli, Giuliatto, Fabiano. Angoli: 7-1. Recupero: 0'pt e 5'st.

LECCE – Il Lecce retrocede in serie B. Il gol di Jorgensen ad una manciata di secondi alla fine del match pareggia la rete di Tiribocchi e condanna i salentini al ritorno nel campionato cadetto. Ha il sapore di una vera beffa l’esito finale di Lecce-Fiorentina, soprattutto per il gioco espresso dalla squadra di De Canio, opposta ad una Fiorentina insidiosa solo a sprazzi.

De Canio con il 4-4-2: davanti a Rosati, linea difensiva con Vives, Esposito, Fabiano e Giuliatto; a centrocampo Giacomazzi, Edinho, Zanchetta e Ariatti; tandem offensivo composto da Castillo e Tiribocchi. Prandelli con il modulo ad una sola punta (Gilardino), supportato da Semioli, Vargas e Jovetic.

Al 6' punizione da posizione defilata per la squadra viola: la traiettoria del pallone calciato da Pasqual terminava sopra la traversa. Occasione per la Fiorentina al minuto 12': Semioli si involava sulla fascia destra e crossava prontamente al centro. L'accorrente Jovetic calciava forte ma senza inquadrare la porta avversaria. Al 18' Gilardino e Jovetic duettavano all’interno dell’area leccese prima dell’assist del centravanti italiano per il montenegrino che tardava la conclusione a rete.

Al 20' pugliesi vicini al vantaggio: splendida respinta di Frey su precisa e forte punizione di Zanchetta e la difesa viola anticipava l’arrivo di Castillo. Tre minuti dopo Castillo a tu per tu con Frey calciava incredibilmente a lato. Al minuto 30 punizione di Jovetic per la testa di Felipe Melo ma il brasiliano non riusciva a deviare. Al 32' Jovetic calciava da fuori area con palla di poco fuori e due minuti dopo i viola lanciavano un contropiede con Gilardino che davanti a Rosati alzava troppo la mira. Al 36' Castillo a tu per tu con Frey si faceva respingere la conclusione dal francese.

Nella seconda frazione di gioco, subito un cambio per Prandelli che inseriva Dainelli al posto di Kroldrup. Al 5' i salentini sbloccavano il punteggio: Tiribocchi (100^ presenza con la maglia del Lecce) filava via in contropiede e a tu per tu con Frey beffava il portiere francese in uscita. Al 10' nuova offensiva dei giallorossi di De Canio: cross dalla destra e sponda di Ariatti per Tiribocchi che al volo calciava su Frey. Al 16' Lecce vicino al raddoppio: Tiribocchi sulla destra eludeva l'intervento di un difensore viola e calciava un sinistro a girare con palla a lato.

Al 21' prima vera occasione per la Fiorentina con il tiro al volo di Gilardino respinto dall’attento Rosati. Al 25' tiro in corsa di Vargas deviato in angolo da Rosati. Al 44: il neoentrato Jorgensen beffava Rosati con un tiro ravvicinato che gelava il pubblico sugli spalti. Inutili i tentativi di finali dei giallorossi che chiudono a testa il match ma sono condannati alla matematica retrocessione in serie B con un turno d’anticipo.

• I risultati: Torino-Genoa 2-3
• La classifica: Bologna e Toro 34
• I cannonieri: Ibra e Di Vaio 23
• Ultimo turno: Genoa-Lecce

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione