Cerca

Brindisi, s'inaugura la palestra per i campioni della ginnastica

Giovedì è il grande giorno per quanti per decenni hanno covato il sogno di un impianto che potesse dare la possibilità ai ragazzi di effettuare adeguati allenamenti, ai tecnici di aiutarli a crescere e ai dirigenti di veder realizzare i programmi. Proprio una settimana fa, il dieci maggio a Livorno, la società «Ginnastica La Rosa» si è laureata campione d'Italia della serie A2 accedendo al campionato di A1
Brindisi, s'inaugura la palestra per i campioni della ginnastica
di FRANCO DE SIMONE

BRINDISI - Giovedì è il grande giorno della ginnastica, dei dirigenti, dei tecnici, degli atleti. Di quanti per decenni hanno covato il sogno di un impianto che potesse dare la possibilità ai ragazzi di effettuare adeguati allenamenti; ai tecnici di aiutarli a crescere, ai dirigenti, di veder realizzare i programmi. Così, ciò che non riusci al presidente federale Gr andi, qualche anno fa, si avvererà alle 19 di giovedì, allorquando si svolgerà la cerimonia di inaugurazione della palestra alla presenza del presidente nazionale della Federginnastica (nonchè vice presidente del Coni nazionale), Riccardo Agabio, del direttore tecnico nazionale, Fulvio Vailati, del presidente regionale, Lorenz o Cellamare.

Ne è passato di tempo dagli anni in cui la ginnastica iniziò a muovere i primi passi nella palestrina del Cral Montedison, grazie alla passione di dirigenti che, nel piccolo impianto costruito a Fiume Grande, prim’ancora che si costruisse la centrale dell’Enel. Ed anche allora il palmares era stracarico di trofei. E già da quegli anni si sognava un grande impianto. Quello in cui ora lavoreranno i tecnici dell’alta specializzazione, con i ragazzi che sono nel giro delle varie nazionali. Per questo l'evento di giovedì è eccezionale, visto che Brindisi diventerà un polo fra i più importanti in Italia per la ginnastica, disciplina in fase di grande espans ione.

Per la ginnastica è un momento particolarmente favorevole in quanto proprio una settimana fa, il dieci maggio a Livorno, la società «Ginnastica La Rosa», si è laureata campione d'Italia della serie A2, accedendo al campionato di A1. Questo risultato è di assoluto valore, mai raggiunto da alcuna società pugliese e che raramente ha visto altre società del sud Italia competere contro le corazzate del nord. La vittoria della società brindisina acquista ancor più valore se si pensa alle condizioni assolutamente inadeguate nelle quali le ginnaste si sono dovute fin qui allenare nella palestra dell'Associazione La Rosa che aveva messo a disposizione per la ginnastica dove la società è nata.

Infatti ha destato enorme meraviglia in tutto l'ambiente ginnastico nazionale il raggiungimento di tale risultato non potendo disporre di ambiente ed attrezzi adeguati. Spicca, tra le ginnaste brindisine, il talento di Serena Licchetta, ormai punto di forza della nazionale italiana di ginnastica artistica femminile. In virtù di questi risultati e nella speranza di vedere ancor maggiormente valorizzato il lavoro dei tecnici della «La Rosa Brindisi», Barbara Spagnolo e Luigi Piliego, la federazione italiana di ginnastica ha fornito alla palestra un set completo di attrezzi, anche questo da ritenersi regalo eccezionale.

Ma la ginnastica a Brindisi non è solo «La Rosa» ma può contare anche su un'altra società di prestigio come la Ginnastica Brindisi che vanta in questo momento un suo ginnasta, Stefano Crastolla, componente della nazionale italiana di trampolino elastico. A questo si aggiunge la presenza a Francavilla Fontana dell'omonima società che vanta il campione del mondo di ginnastica aerobica, Vito Iaia. Presenzieranno il prefetto, Ma - rio Tafaro, il sindaco, Domenico Mennitti, l'assessore regionale all'Assetto del territorio, Ang ela Barbanente, in rappresentanza dell'Assessore regionale allo Sport, la dott.ssa Maria Sasso l'assessore comunale allo Sport, Rino Scarano. Per il Coni saranno presenti il componente di Giunta nazionale, Michele Barbone, il presidente regionale, Elio Sannicandro, il presidente del Coni Brindisi, Nicola Cainazzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400