Cerca

Gallipoli in serie B Foggia nei playoff

La squadra guidata da Giannini ha concluso al primo posto con 66 punti il campionato di Prima Divisione di calcio (girone B) battendo in casa il Real Marcianise per 3-2. Al fischio di chiusura scene di gioia da parte dei tifosi che hanno invaso il terreno di gioco abbracciandosi ai giocatori e al tecnico. Dauni agli spareggi promozione contro il Benevento. Taranto salvo, Potenza retrocesso
• Andria ai playoff di Seconda Divisione
• Serie D: Bitonto e Grottaglie ai playout
Gallipoli in serie B Foggia nei playoff
BARI - Un grande carro giallorosso di cartapesta, a forma di nave e come polena, puntata verso il mare, il gallo della 'Bella Citta” ha accolto i giallorossi ionici alla fine della partita contro il Real Marcianise, vinta 3-2. Il Gallipoli ha raggiunto l’obiettivo della B, per la prima volta nella sua storia, in un tripudio di colori giallorossi che hanno avuto la loro esaltazione finale con la realizzazione carnascialesca che rappresentava una nave con il comandante Barba insieme al mister, al timone, il principe Beppe Giannini. Felicità sui volti di tutti, dai tifosi, ai giocatori, ai tecnici. 

gallipoli

Il presidente non si è sottratto al bagno di folla ed ha detto a caldo: «Siamo stati di parola. Di anno in anno abbiamo centrato i nostri obiettivi, tappa dopo tappa per arrivare, finalmente oggi nel calcio che conta, quello della serie B, a soli cinque anni dall’Eccellenza». Barba ha continuato parlando di una completezza di felicità che potrebbe essere tale per «l'auspicio che il Lecce possa raggiungere ancora la salvezza e le altre squadre pugliesi già giunte al traguardo: il Bari in A, il Brindisi in C2, il Casarano dall’Eccellenza alla serie D».

Il patron gallipolino si è quindi soffermato sul problema di avere ora uno stadio adeguato. «Auspico che ci sia una comunanza di intenti da parte degli amministratori che possano supportare quanto anche noi in qualche modo faremo per adeguare la struttura ad un pubblico certamente più ampio». 


galli
Anche l’allenatore Giannini è apparso al fischio finale particolarmente emozionato: «Abbiamo ottenuto quello che volevamo, ci siamo via via convinti che potevamo essere noi la squadra rivelazione. Si è lavorato in silenzio, anche nei momenti difficili. Ci ha accompagnato questa consapevolezza e la grande voglia di farcela oltre al supporto di una dirigenza sempre attenta e vicina».

Una promozione che Giannini dedica alla sua famiglia «che ha saputo supportare con sacrifici, fatti anche di lontananza, il cammino che poi ha dato questo risultato. I momenti difficili? Ci sono stati, ma i ragazzi sono stati molto bravi ad accelerare proprio quando gli altri si aspettavano che si rallentasse». A proposito del futuro, Giannini ha concluso: «Per il momento ci godiamo questo bellissimo momento, poi avremo tempo e modo per progettare quello che verrà dopo». 

balli

Il terzo artefice di questa promozione in B è stato Gino Dimitri, direttore sportivo giunto all’inizio di questa stagione, dopo aver chiuso un rapporto ultradecennale con il Lecce Calcio. Il primo a doversi interessare del futuro è proprio lui, ma non si sbilancia e dice «adesso pensiamo ad oggi e a questa bella soddisfazione, ma sapete bene che è una piccola bugia perchè non si può pensare che non abbiamo in qualche modo già avviato le nostre riflessioni».

In merito a cosa abbia portato il Gallipoli in B, Dimitri non ha esitazioni: «Una seria programmazione, la grande fiducia che il presidente Barba ha dato sia a me che all’allenatore, anche nei momenti meno facili, anche se, onestamente, devo dire che nel fondo del nostro cuore abbiamo sempre avuto la convinzione di potercela fare».

LE ALTRE - Resta a due punti il Benevento, nonostante il successo in casa del Potenza (3-1), condannato invece alla retrocessione. Ai play-off i giallorossi affronteranno il Foggia che ottiene il prezioso quinto posto grazie al successo sul Crotone firmato Germinale e alla contemporanea sconfitta «suicidio» della Cavese, in casa contro il Pescara di Cuccureddu (3-4), a sua volta salvo. 

All’Arezzo non basta una doppietta di Chianese per battere la Ternana (2-2) ma anche la squadra di Cari si giocherà le sue chance per la B e avrà come avversario il Crotone. Direttamente salvi il Taranto, che vince a Sorrento,  e la Paganese, che chiude a quota 41, gli stessi del Lanciano, ma è favorita dagli scontri diretti. La squadra di Pagliari, sconfitta a Perugia (1-0) affronterà la Juve Stabia. L'altro accoppiamento salvezza è invece Foligno-Pistoiese. Oggi c'è stato già un assaggio e a vincere è stata la formazione di Torricelli (2-1).

PRIMA DIVISIONE – GIRONE B – ULTIMA GIORNATA 

Arezzo – Ternana 2-2 
Cavese – Pescara 3-4 
Foggia – Crotone 1-0 
Gallipoli - Real Marcianise 3-2 
Juve Stabia - Paganese 0-0 
Perugia - Virtus Lanciano 1-0 
Pistoiese - Foligno 2-1
Potenza - Benevento 1-3 
Sorrento – Taranto 2-3
 

CLASSIFICA: Gallipoli 66 punti; Benevento 64; Crotone 59; Arezzo, Foggia 56; Cavese 53; Real Marcianise, Perugia 43; Pescara, Taranto, Sorrento, Ternana 42; Paganese, Lanciano 41; Foligno 35; Pistoiese 33; Juve Stabia 32; Potenza 28. Juve Stabia 2 punti di penalità Potenza 3 punti di penalità Pescara 1 punti di penalità 

Promosso in serie B: Gallipoli

Retrocessione diretta in Seconda Divisione: Potenza

Play off (andata 31/5 – ritorno 7/6): Foggia-Benevento e Arezzo-Crotone. A parità di punti e differenza reti negli scontri diretti 1-0 e 1-2 Arezzo in vantaggio sul Foggia in virtù della differenza reti generale, +19 a +11.

Play out (andata 31/5 – ritorno 7/6): Juve Stabia-Virtus Lanciano e Pistoiese-Foligno. A parità di punti Paganese salva sulla Virtus Lanciano in virtù degli scontri diretti 3-2 e 0-0.

Le finali dei play off si giocheranno il il 14 e 21/6.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400