Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 02:26

Il Lecce a Bologna è l'ultima spiaggia  Diretta della partita

Salentini al bivio della stagione in serie A: se vincono in Emilia (ore 15) possono continuare la rincorsa salvezza, in caso contrario l'avventura potrebbe ritenersi pressoché conclusa, con due giornate di anticipo sulla fine del torneo. E oggi il Dall’Ara sarà spareggio importantissimo sia per i felsinei sia per i salentini: chi si ferma è perduto. De Canio: «Ecco come batterli»
Il Lecce a Bologna è l'ultima spiaggia  Diretta della partita

LECCE – Il Lecce è arrivato al bivio della sua stagione: se vince a Bologna può continuare la rincorsa salvezza, in caso contrario la sua avventura potrebbe ritenersi pressochè conclusa, con due giornate di anticipo sulla fine del torneo. E oggi il Dall’Ara sarà l’ultima spiaggia, sia per i felsinei sia per i salentini: chi si ferma è perduto.

Luigi De Canio, timoniere giallorosso, questo lo sa bene ma al tempo stesso non intende caricare di eccessivo pathos l'incontro: «Quella di Bologna – dice – è di sicuro una gara molto importante. Questo, tuttavia, non ha determinato un cambiamento nella nostra settimana di lavoro. Ogni partita ha la sua importanza, ma tutto questo viene percepito dai giocatori senza che io li carichi di ulteriori stimoli».

E a proposito di disperazione ricorda che anche «le gare contro Atalanta e Sampdoria sembravano da ultima spiaggia e, paradossalmente, neppure quella col Napoli lo è stata». «Pertanto, non voglio sbilanciarmi in questo senso», prosegue aggiungendo: «Intendo semplicemente affermare che sono fiducioso sulla mentalità e sulla condizione fisico-psicologica acquisita dai miei giocatori. Sono certo che la squadra andrà in campo a giocare la partita così come piace a me, cioè cercando di ottenere il massimo, senza trascurare nulla e lottando dal primo al novantesimo».

Quale la chiave di volta per raggiungere l’obiettivo pieno? «I miei giocatori – dice De Canio – hanno raggiunto un notevole equilibrio nella condizione atletica, psicologica, fisica, mentale e tattica. La cosa più importante, ora, è che la squadra sappia cosa deve fare, dando qualcosa in più rispetto alle ultime settimane e rispetto all’ultima partita».

E sul Bologna: «Mi aspetto una squadra determinata, visto che la partita non è importante solo per noi. In caso di vittoria, i rossoblù avrebbero una percentuale di salvezza altissima, soprattutto alla luce del calendario più favorevole».

Un Bologna che oltre al fattore casa può contare sul fattore Di Vaio: «Lui è un grandissimo finalizzatore – afferma De Canio – ma noi siamo cresciuti molto e cercheremo di limitare il più possibile gli errori tentando, al tempo stesso, di capitalizzare gli episodi a noi favorevoli».

Infine un cenno sulla massiccia presenza di sostenitori giallorossi sugli spalti del Dall’Ara. Se ne prevedono circa tremila: «Questa è una bella gratificazione, così come lo è stato l’applauso finale domenica scorsa. La loro è stata una lezione di sport e civiltà sportiva».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione