Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 21:22

Una strada a Paolo Pinto campione di nuoto barese

Avvocato dell’Inail, giornalista televisivo e scrittore, indimenticabile campione e primatista mondiale, dopo essere stato ai vertici nazionali in piscina sulle distanze dei 400 e dei 1500 metri stile libero si dedicò a numerosissime ed eccezionali traversate. È morto nel dicembre 2004. Oggi cerimonia che sarà anche l’occasione per ricordare le tappe più significative della vita e della carriera
Una strada a Paolo Pinto campione di nuoto barese
BARI - Una strada per Paolo Pinto, il nuotatore di fondo dal cuore grande. Oggi alle 18,30, nell’aula consiliare del Comune, il Comune e l’Unione nazionale veterani dello sport - Sezione di Bari hanno organizzato una cerimonia in memoria di Paolo Pinto, campione del mondo di nuoto di gran fondo e figura indimenticabile del mondo sportivo. L’incontro di domani sarà anche l’occasione per ricordare le tappe più significative della vita e della carriera sportiva di Paolo Pinto, nato a Bari l’8 Agosto 1937.

Avvocato dell’Inail, giornalista televisivo e scrittore, indimenticabile campione e primatista mondiale di nuoto di gran fondo, dopo essere stato un nuotatore ai vertici nazionali in piscina sulle distanze dei 400 e dei 1500 metri stile libero si dedicò a numerosissime ed eccezionali traversate. Tra le sue molteplici performance sono da ricordare: le due traversate Capri-Napoli, il primato italiano nello Stretto di Messina in 30’ e 15”; la traversata del Canale della Manica dall’Inghilterra alla Francia in 1 ore e 3’; il record del mondo nel Canale d’Otranto da Castro Marina a Fanos in 42 ore e 45’; il primato italiano della 24 ore di nuoto di Bruxelles; la traversata dalla Corsica all’Elba in 26 ore e 33’; la traversata del lago Ontario in Canada in 24 ore; la traversata Italia - Albania (Otranto - Valona) in 35 ore; Jugoslavia - Italia (Is. Pelagosa - Vieste) in 27 ore 14’; Isole Tremiti Gargano in 6 ore e 20’.

Morì nel dicembre 2004. Alla cerimonia parteciperanno il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe De Santis, il sindaco Michele Emiliano, gli assessori Antonella Rinella ed Elio Sannicandro. Sono poi previsti gli interventi del presidente dell’Unvs barese, Franco Castellano, del giornalista Lino Patruno e della moglie di Paolo, Angela Costantino Pinto. Nell’occasione sarà ricordato anche che l’assessora - to alla Toponomastica ha accolto la proposta dell’Unione Nazionale dei Veterani dello sport, Sezione di Bari, di onorare la figura indimenticabile di Paolo Pinto, protagonista di memorabili traversate ancor oggi ineguagliate, intitolando alla sua memoria il tratto del lungomare antistante l’ingresso monumentale della Fiera del levante (piazzale Vittorio Emanuele III) dal Lungomare Starita e Via Adriatico a Via Umberto Giordano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione