Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 07:56

Lecce, devi crederci a Bologna si decide

Dopo la partita stregata contro il Napoli (finita 1-1), domenica prossima il Lecce giocherà proprio a Bologna in una gara che è un vero spareggio. Considerato che il Torino giocherà invece sul campo del Napoli,i salentini, vincendo, avrebbero di nuovo l’opportunità per tirarsi fuori dalle sabbie mobili della classifica. È comunque un finale di campionato che si risolverà all’ultima giornata
• Pareggio col Napoli, occasione sprecata
 De Canio: «Il pareggio non rende giustizia»
• Semeraro: «Dobbiamo soffrire fino alla fine»
• Zanchetta: «Il portiere ha parato di tutto»
• Un turno di squalifica a Zanchetta del Lecce
• Giuliatto: «Vincendo a Bologna ci salviamo»
Lecce, devi crederci a Bologna si decide
LECCE - Succede di tutto in Lecce-Napoli, una partita stregata per i salentini che non riescono ad andare oltre il pareggio, nonostante una partita giocata a senso unico dal primo all’ultimo minuto. Pesano sul risultato le straordinarie parate del portiere napoletano Navarro che ha salvato il risultato in più occasioni e anche la sfortuna: al 92’ Tiribocchi ha colpito la traversa e sulla ribattuta ha mandato fuori a portiere battuto. In definitiva, una partita condotta dal Lecce all’arma bianca, senza risparmio di forze e con grande determinazione a autorità. Purtroppo il risultato non ha premiato per intero la squadra di De Canio che, tuttavia, resta in corsa per effetto del pareggio scaturito dalla scontro diretto fra Bologna e Torino.

E domenica prossima il Lecce giocherà proprio a Bologna in una gara che è un vero spareggio. Considerato che il Torino giocherà invece sul campo del Napoli, il Lecce, vincendo, avrebbe di nuovo l’opportunità per tirarsi fuori dalle sabbie mobili della classifica. È comunque un finale di campionato thrilling che, molto probabilmente, si risolverà all’ultima giornata. Tuttavia, le indicazioni emerse dalla partita di ieri contro il Napoli fanno ben sperare: il Lecce ha dimostrato di essere una squadra viva e soprattutto ha mostrato una buona condizione fisica senza la quale non avrebbe potuto attaccare e cercare il gol della vittoria fino all’ultimo secondo della partita. Certo, occorrerà uno sforzo aggiuntivo e cioè quello di vincere questa partita spareggio che diventa quasi decisiva per le sorti del campionato. Il destino ora è nelle mani dell’ex Papadopulo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione