Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:36

Il Gioia prova ad allungare il grande sogno della A1

«Noi ci crediamo, il resto degli sportivi gioiesi ci crede, ora a crederlo dovete essere soprattutto voi». È questo l’appello lanciato dal coordinatore degli «Ultras 3M» alla Nava, che stasera in casa (ore 20,30) torna in campo nella finale dei playoff promozione di serie A2 maschile di pallavolo con il dichiarato intento di portare alla bella di sabato prossimo (ore 18) il forte Latina
Il Gioia prova ad allungare il grande sogno della A1
GIOIA DEL COLLE - «Noi ci crediamo, il resto degli sportivi gioiesi ci crede, ora a crederlo dovete essere soprattutto voi». È questo l’appello lanciato dal coordinatore degli «Ultras 3M» Nicola Flavio, alla Nava Gioia Volley, che stasera torna in campo con il dichiarato intento di portare alla bella il forte Latina. «Gara-2», quella che si giocherà sul parquet del palasport di viale Einaudi, dove il team allenato da Jorge Cannestracci farà di tutto per riaprire il discorso promozione.

L’eventualità è ancora tutta nelle mani della squadra gioiese, che sicuramente nel lungo time out durato 24 ore avrà meditato tantissimo su quello che non ha funzionato in «gara-1». Una gara che a detta di tutti deve essenzialmente trasformarsi in energia positiva per De Giorgi e compagni, i quali stasera sono chiamati a dimostrare tutto il loro valore e a far capire al team allenato da Daniele Ricci che il Gioia visto a Latina è solo la brutta copia di quello che ha «confezionato» questa straordinaria stagione di volley. Quindi, pronto a strappare di mano ai pontini la ghiotta opportunità di allungare questa affascinante sfida spareggio.

«Certo, in gara-1 - sostiene il tecnico della Nava, Jorge Cannestracci - molte cose ci sono andate storte. È stata una partita difficile, in un ambiente caldo dove noi non abbiamo avuto un approccio felicissimo e in più Latina ha dato vita a una prestazione maiuscola. Hanno praticamente l’intero sestetto capace di fare male in battuta e questo li ha aiutati molto quando dovevano inseguirci. Ora azzeriamo tutto e ripartiamo; sappiamo che siamo in grado di farli soffrire e ne daremo prova, partendo dal fatto che dobbiamo ritornare a fare della pazienza la nostra arma vincente. Soprattutto quando ci troveremo a dover fronteggiare una squadra in grado di farci giocare in modo scontato (in pratica quello che è successo a Latina, quando Giombini e soci hanno mandato in sofferenza la ricezione della Nava, ndr). Per questo confido molto sulla professionalità dei miei giocatori - chiude il tecnico gioiese - pronti sempre a rimboccarsi le maniche e a lavorare sodo, cosa che abbiamo fatto ieri tornando in palestra. Dove, il mio principale obiettivo è stato quello di far riaffiorare fra i miei ragazzi quella mentalità vincente che in quasi tutta la stagione l’ha caratterizzata, soprattutto in situazioni difficili come quella che ci apprestiamo a vivere stasera nel nostro palazzetto, dove ancora una volta sarà necessario che a darci una mano sia anche il nostro straordinario pubblico».

LUIGI MONGELLI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione