Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 07:56

Pareggio annunciato a Piacenza termina 2-2

Nella trentanovesima giornata della serie B di calcio, il Bari, già in serie A e sostenuto da circa tremila tifosi in trasferta, colgono un punto, comunque ininfluente ai fini della classifica, ma che consolida il primato. Conte rivoluziona la formazione iniziale. In gol Colombo (3'), Graffiedi su rigore (15'), Aspas (74') e Galasso (79')
• I risultati: Parma a un passo dalla promozione
• La classifica: gli emiliani a +9 sul Livorno
• I cannonieri: Barreto a due gol da Tavano
• Il prossimo turno: Bari-Modena il 16 maggio
• Antonelli della Triestina ha regalato la serie A
Pareggio annunciato a Piacenza termina 2-2
PIACENZA-BARI 2-2 (1-1 nel primo tempo)

Piacenza (4-3-3): Cassano, Avogadri, Zammuto, Mengoni, Calderoni, Aspas, Bianchi, Riccio, Guzman (19' st Ferraro), Moscardelli (9' st Eramo), Graffiedi (37' st Volpato). (55 Maurantonio, 4 Bini, 2 Abbate, 16 Grippo). All.: Pioli.
Bari (4-4-2): Santoni, Bianco, Ranocchia, Stellini, Parisi, Lanzafame, De Vezze, Edusei, Galasso (39' st Kutuzov), Colombo (9' st Caputo), Barreto (14' st Bonomi). (1 Gillet, 5 Masiello, 14 Gazzi, 17 Guberti). All.: Conte.
Arbitro: Pinzani di Empoli.
Reti: nel pt 3' Colombo, 15' Graffiedi su rigore; nel st 29' Aspas, 34' Galasso.
Angoli: 8-4 per il Piacenza.
Recupero: 2'e 3'.
Ammoniti: Bianco, Caputo ed Eramo per gioco scorretto.
Spettatori: 5.500 circa.

BOLOGNA - Tra un Bari reduce da una notte di festeggiamenti per l’anticipata promozione in serie A e un Piacenza che voleva limitare i rischi non poteva che finire in parità. La partita ha avuto un sussulto in avvio e a metà ripresa ma si è a lungo 'trascinatà verso l’inevitabile verdetto, nel tripudio dei circa tremila tifosi baresi arrivati al 'Garillì (ripetute ovazioni per Barreto, invitato a restare biancorosso, abbraccio corale per Antonio Conte e per il presidente Vincenzo Matarrese).

Il Piacenza, come ovvio, ha messo in campo maggiori motivazioni, arrivando più spesso al tiro. Tuttavia, le due squadre hanno calibrato mosse e attacchi, insomma badando al sodo. Conte ha dato spazio a qualche rincalzo, mentre Pioli, privo a centrocampo degli squalificati Nainggolan e Passoni, ha fatto di necessità virtù. I pugliesi sono andati in vantaggio al 3': tiro di Barreto, respinta di Cassano e comodo tocco in rete di Colombo.

La replica non si è fatta attendere e, dopo pericoli creati da Guzman e Aspas, il Piacenza ha pareggiato al 16', grazie a un rigore benevolmente concesso da Pinzani per contatto Bianco-Graffiedi: da dischetto lo stesso Graffiedi ha trasformato con un destro rasoterra che ha spiazzato Santoni. Giocata su bassi ritmi, la partita ha vissuto di controlli a centrocampo e di qualche improvviso spunto di Barreto, tolto da Conte nelle fasi iniziali della ripresa. In precedenza, per coprirsi ulteriormente, Pioli aveva sostituito la sua punta centrale, Moscardelli, con il centrocampista Eramo.

Insomma, la ragion pratica ha avuto la meglio, come era facile e perfino legittimo pronosticare. E se Aspas al 29' della ripresa a realizzato un gran gol (spettacolare diagonale di destro dal limite dell’area), Galasso, indisturbato, ha firmato il pari al 34' con un bel sinistro sotto l’incrocio. Il Bari avrà ora molto tempo per le celebrazioni di rito (alla fine tutti sono andati sotto la curva Sud a gioire), mentre il Piacenza ha incassato un punto che lo avvicina al traguardo salvezza.

• I risultati: Parma a un passo dalla promozione
• La classifica: gli emiliani a +9 sul Livorno
• I cannonieri: Barreto a due gol da Tavano
• Il prossimo turno: Bari-Modena il 16 maggio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione