Cerca

Lecce, batti il Napoli per poterti salvare

Dopo la vittoria interna con il Catania e il pareggio ottenuto in extremis contro la Juventus. Luigi De Canio e i suoi ragazzi non hanno intenzione di gettare la spugna, si giocheranno il tutto per tutto in queste ultime quattro giornate di serie A e domenica (ore 15) cercheranno di vincereal via del Mare. Il tecnico materano nel reparto offensivo ha solo l'imbarazzo della scelta
• De Canio: «Servono tre punti»
• Arbitrerà Pierpaoli di Firenze
Lecce, batti il Napoli per poterti salvare
LECCE – Il Lecce crede nella salvezza dopo la vittoria interna con il Catania e il pareggio ottenuto in extremis contro la Juventus. Luigi De Canio e i suoi ragazzi non hanno intenzione di gettare la spugna, si giocheranno il tutto per tutto in queste ultime quattro giornate e domenica cercheranno di battere il Napoli al via del Mare. 

Undici le reti realizzate nelle sette gare con in panchina il tecnico materano. De Canio nel reparto offensivo ha solo l'imbarazzo della scelta: oltre al solito Tiribocchi, ha ritrovato Konan e Castillo, Papadopolulos gode di un buon momento di forma e Cacia, dopo oltre due mesi, si è riaggregato al gruppo. Un Lecce d’attacco, dunque, con De Canio che sta pensando ad un 4-4-2 a trazione anteriore, con il ritrovato Caserta, al rientro dopo due settimane di stop per via di un infortunio muscolare, schierato sulla linea di centrocampo. 

«Sto bene e sono a completa disposizione dell’allenatore – dice Caserta – nella situazione in cui siamo dobbiamo solo pensare a battere il Napoli, senza farci condizionare da quello che accadrà tra Torino e Bologna». Un Caserta categorico, dunque, che non nasconde però le insidie della gara contro i partenopei: «Napoli è una grande piazza con un pubblico esigente. Sono certo che dopo la sconfitta di Siena troveremo un avversario desideroso di riscatto. Ci attende un compito difficile, in cui è fondamentale restare concentrati per l'intero incontro. Anche se potremo trovare delle difficoltà iniziali, dovremo essere bravi a rimanere calmi: l’incontro lo possiamo vincere anche nei minuti conclusivi». 

Il Lecce, ben comprendendo l’importanza della posta in palio, ha abbattuto sensibilmente il costo dei tagliandi, con la speranza che le gradinate registrino un buon afflusso di pubblico. Cinque euro per i tagliandi di curva sud, nord e della tribuna est. Mobilitate anche diverse scuole elementari, medie ed in particolare le famiglie, che potranno trovare posto nel settore ospiti dello stadio, visto il divieto di assistere alla gara per la tifoseria napoletana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400